Crea sito

Castità: predicatore del Papa corregge Benigni

Città del vaticano, 7 dic. (fonte: Apcom) – Nella cappella Redemptoris Mater, in Vaticano, il predicatore pontificio questa mattina si è rivolto al Papa e al resto della Curia citando Roberto Benigni e il suo spettacolo su Dante a ‘Rai Uno’. Una "lezione di altissima comunicazione religiosa", per padre Raniero Cantalamessa, che però necessita una correzione sul delicato tema della castità.

"Su un punto, forse non premeditato, Benigni ha lanciato un messaggio che potrebbe risultare micidiale per i giovani e che va rettificato", ha detto il predicatore del Papa nella prima predica d’Avvento. "In appoggio al suo invito a non aver paura delle passioni, a provare la vertigine dell’amore anche nel suo aspetto carnale, egli ha citato la frase di Agostino che dice a Dio: ‘Dammi la castità e la continenza, ma non ora’. Come se prima bisognasse provare tutto – ha chiosato il cappuccino – e poi, chissà da vecchi quando non costa più fatica, praticare la castità".

L’attore toscano, secondo Cantalamessa, "ha attibuito la frase a sant’Agostino, ma essa non è di ‘santo’ Agostino; è di Agostino ancora peccatore, di prima della conversione. Non ha detto quante lacrime era costato al santo strapparsi alla schiavitù della passione a cui si era dato in braccio e non ha ricordato la preghiera che egli sostituirà più tardi a quella incauta giovanile". Per il predicatore pontificio, che ogni anno incontra il Papa e i cardinali di Curia per Avvento e Quaresima, se in passato la morale cattolica "aveva accentuato troppo unilateralmente, in passato, i peccati della carne, fino a creare, talvolta, delle vere e proprie nevrosi", oggi il rischio è opposto: "Si tende a minimizzare i peccati contro la purezza, a vantaggio (spesso soltanto verbale) di un’attenzione al prossimo. E’ una illusione quella di credere di poter mettere insieme un autentico servizio ai fratelli e alla Chiesa e una vita personale disordinata, tesa tutta a compiacere se stessi e le proprie passioni".

Pubblicato da MOVIMENTO Sacerdoti Sposati

Movimento Internazionale Sacerdoti Sposati PER LA RIFORMA DELLA CHIESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *