Lamberto Sposini, prima uscita pubblica con Fiorello

Lamberto Sposini (Foto Lapresse)

ROMA – Un evento benefico al Teatro Argentina. E’ stata la prima occasione per mostrarsi in pubblico per Lamberto Sposini, come racconta il settimanale Gente questa settimana. Il conduttore era stato colpito da emorragia cerebrale il 29 aprile 2011, pochi minuti prima di andare in tv con la Vita in Diretta. Un’operazione delicatissima, la paura di non farcela, poi la lunga riabilitazione.

Ma ora il giornalista sta meglio e ha presenziato la serata a favore delle missioni di solidarietà senza frontiere dell’ospedale Fatebenefratelli, presentato da Paola Saluzzi. Alla serata partecipava anche Fiorello, amico di Sposini: “Sono contento di vederti e di vederti sorridere”, gli ha detto. “Lamberto? Per me è un eroe coraggioso”, dice Paola Saluzzi.

blizquotidiano

Approfondisci

Lamberto Sposini: dopo più di un anno, il conduttore sta meglio

Finalmente quel 29 Aprile 2011 sembra un lontano ricordo, anche se è impossibile dimenticare quegli attimi di paura e tensione quando Lamberto Sposini è stato colto da un malore improvviso a pochi attimi dall’inizio de La vita in diretta.

Dopo tanta preoccupazione, silenzio e riabilitazione, il popolare conduttore è apparso in forma nella sua prima uscita pubblica: è tornato tra la gente, tra quelle persone che lo seguivano prima dell’incidente e si interessano adesso, nonostante la famiglia abbia chiesto ai media di portare rispetto e rimanere al proprio posto durante le concitate fasi del ricovero.

A più di un anno dalla tragedia personale, Sposini ha scelto un evento benefico per tornare alla vita organizzato al Teatro Argentina di Roma, a favore delle missioni di solidarietà senza frontiere dell’ospedale Fatebenefratelli, presentato da Paola Saluzzi. Sua grande amica, la conduttrice confida a ‘Gente‘ di considerare Lamberto un eroe coraggioso.

All’iniziativa in favore delle missioni promosse dal Fatebenefratelli, anche un altro personaggio legato al conduttore, Fiorello: un altro vero amico, che gli è stato vicino nei difficili momenti di convalescenza. Guardandolo negli occhi, infatti, gli dice: “Sono contento di vederti e di vederti sorridere“. Alla sua felicità, di certo si uniscono tutti i telespettatori che da anni passano il pomeriggio in sua compagnia.

Basta un po’ di pazienza e ritornerà a riprendersi la sua Vita in Diretta.

funweek.it

Approfondisci

Lamberto Sposini è tornato e ci dona un sorriso

E’ tornato tra la gente. A sorpresa. Per una serata di beneficenza. Lamberto Sposini ha fatto la sua prima uscita pubblica dopo il pomeriggio del 29 aprile 2011, quando, all’improvviso, dietro le quinte de La vita in diretta, è stato colto da un malore. Emorragia cerebrale il responso medico. Solo dopo 70 giorni dal ricovero d’urgenza, il coma farmacologico e le cure, il giornalista e conduttore è stato dichiarato fuori pericolo. E ha iniziato la riabilitazione in una clinica in Svizzera. Da allora è passato quasi un anno. Il giornalista sta meglio. Tanto da aver voluto partecipare, lo scorso 26 maggio, a un evento benefico, organizzato al Teatro Argentina di Roma, a favore delle missioni di solidarietà senza frontiere dell”ospedale Fatebenefratelli, presentato da Paola Sa luzzi. Sposini ha accettato l’invito di un amico vero, Fiorello. Il mattatore, che è gli è molto legato e in questo anno gli è stato vicino con affetto, è salito sul palco con la sua band per “scaldare” il pubblico, con canzoni, monologhi e gag. Divertimento puro ad alto livello, Fiorello è una garanzia, ma questa volta c’era anche di più. Un calore diverso. a tratti commovente, soprattutto quando lo showman, dal palco, ha voluto dare il bentornato all ‘amico Lamberto, tra gli applausi pieni di calore degli spettatori.

Sono contento di vederti e di vederti sorridere», gli ha detto guardandolo negli occhi. Chi era in platea (tra gli altri Renato Zero, che ha intonato Il carrozzone, il sindaco di Roma Gianni Alemanno con la moglie Isabella Rauti, Gianni e Maddalena Letta, Gigi Marzullo, Enrico Cisnetto, e la famiglia di Fiorello al completo: la moglie Susanna. la prima figlia di lei, Olivia, la loro piccola Angelica e i suoceri) non ha trattenuto l’emozione. Cosi come l’elegante Paola Saluzzi, stracontenta di avere tra il pubblico il collega giornalista. •Lamberto? Per me è un eroe coraggioso•. confida la conduttrice. Non vuole aggiungere altro. Quando c’è di mezzo la salute ogni paro la può essere superflua e indelicata. L’ importante, adesso, è che Lamberto Sposini si stia riprendendo bene. Lo conferma il fatto che abbia voluto essere presente a una serata di solidarietà, per chi ha bisogno di aiuto. L’evento, infatti, è stato organizzato con la finalità di realizzare una struttura per malati di Alzheimer nello Yanbian Hospice di Yanji, in Cina. Un gesto nobile, quello di Lamberto. Esserci per gli altri, quasi a ricordare che, nel momento del bisogno gli altri ci sono stati per lui. Gli amici, i colleghi. i suoi telespettatori ma, soprattutto, sempre e in prima linea, la sua famiglia. nea, la sua famiglia. Compatta, forte, l’ha accudito. amato e protetto in maniera esemplare ogni istante. E se è vero che l’amore riesce a lenire le ferite e a guarire tutti i mali, ci piace pensare che Lamberto Sposini, d’amore, ne abbia r icevuto tanto. Nella vita certo ma, soprattutto, neJI’ultimo anno. Per qualcuno la presenza del giornalista alla serata ha rappresentato uno spiraglio di luce tanto inaspettato quanto felice. Un primo passo verso la speranza di vederlo tornare al lavoro prima del previsto. Marco Liorni, che ha preso il suo posto alla conduzione de La vita in diretta, al fianco di Mara Venier, ha detto con il cuore che è pronto a farsi da parte non appena Lamberto tornerà a ricoprire il suo ruolo. Il tempo farà la sua parte. La forza dell’uomo sarà determinante. Il suo pubblico lo aspetta. Noi di Gente riceviamo in redazione numerose lettere di fan che vogliono sapere di lui, delle sue condizioni di salute. Lettere piene di affetto sincero, partecipazione al dramma, apprensione che ora può lasciare il posto a una solida fiducia: Sposi n i è tornato tra la gente. E. come ha sottolineato il suo amico Fiorello, è tornato a sorridere.

quotidianamente.net

Approfondisci

Lamberto Sposini: ultime notizie 14 Giugno, torna in pubblico

Lamberto Sposini: ultime notizie, torna in pubblico

Gran bella notizia per tutti i fan di Lamberto Sposini. Il conduttore de “La vita in diretta” sta meglio e ha recuperato. Il giornalista ha fatto la sua prima apparizione pubblica al Teatro Argentina di Roma, a favore delle missioni di solidarietà senza frontiere dell”ospedale Fatebenefratelli.

Il conduttore è stato vittima di una forte emorragia cerebrale. Sposini fu d’urgenza accompagnato con l’ambulanza all’ospedale Gemelli di Roma.

Lamberto Sposini arrivò all’ospedale in codice rosso. L’equipe medica decise dunque intervenire celermente e di sottoporre il paziente ad un delicato intervento chirurgico durato più di tre ore.

Dopo una lunga degenza all’interno del Gemelli e dopo i mesi di riabilitazione al Santa Lucia, ecco che dopo più di un anno, Sposini si è ripreso.

Ecco alcuni commenti dei fan: “quando ho letto questo articolo mi sono sentito semplicemente felice, auguri Lamberto…tutto il mondo ti aspetta alla vita in diretta…solo tu sai rendere la trasmissione “importante””.

“Grazie a Dio. Abbiamo vissuto anche noi questa brutta esperienza e dal 29 aprile lo abbiamo ricordato nelle preghiere: la fede, i medici e l’amore della famiglia fanno miracoli. Questa triste esperienza ci renderà migliori auguri”.

Durante tutto questo percorso Sposini non è mai stato solo. Accanto a lui ha sempre avuto la famiglia, gli amici, i colleghi e i fan.

Ora tutti attendono con ansia di sapere quando Sposini tornerà in tv. C’è chi spera di rivederlo a settembre accanto alla collega Mara Venier.

Ricordiamo che nell’edizione di quest’anno Sposini è stato sostituito da Marco Liorni.

Facciamo un grosso in bocca al lupo a Lamberto Sposini.

dottorsalute.info

14 Giugno 2012 06:30

 

Approfondisci

Lamberto Sposini è riapparso in pubblico, un anno dopo il malore che lo colpì poco prima di una diretta tv

 

Lamberto Sposini è tornato a farsi vedere in pubblico. Qui è con Miriam Leone (milestone)

Lamberto Sposini è finalmente riapparso in pubblico. Non lo si vedeva da quel maledetto 29 aprile dell’anno scorso, quando fu colpito da un’emorragia cerebrale. Poi, il coma farmacologico, la degenza in ospedale e la lunga riabilitazione. Ma ora sta meglio. E ha potuto anche partecipare a una serata benefica.

GLI APPLAUSI DEL PUBBLICO – Lamberto Sposini ha assistito a uno spettacolo benefico al Teatro Argentina di Roma. Il giornalista e conduttore è stato avvistato tra il pubblico. E appena è stato notato, i presenti in sala gli hanno tutti tributato un lungo e affettuoso applauso. Lamberto, infatti, non appariva in pubblico fin da quel maledetto pomeriggio del 29 aprile 2011, quando fu colpito da improvviso malore, pochi minuti prima dell’inizio di una puntata del suo programma, “La vita in diretta”.

IL RICOVERO E LA RIABILITAZIONE – Fu emorragia celebrale. Il ricovero d’urgenza, la paura. Qualcuno diceva che non si sarebbe ripreso più. E, invece, dopo 70 giorni di ricovero, Lamberto Sposini è stato dichiarato fuori pericolo e ha iniziato un percorso riabilitativo in una clinica svizzera. Ora, finalmente, Lamberto è tornato. Sempre protetto dai suoi cari. In attesa di poterlo rivedere di nuovo in Tv.

oggi.it

31 Maggio 2012 21:21

Approfondisci

Lamberto Sposini riappare in pubblico

Una bella notizia, Lamberto Sposini è finalmente riapparso nel corso di un evendo pubblico.

Una cosa che gli è stata preclusa dal terribile malore che lo colpì il 29 aprile del 2011, un’emorragia celebrale molto grave che gli procurò un esteso ematoma nella zona celebrale. Fu necessario un lungo e complicato intervento chirurgico e poi quasi un mese di coma farmacologico, cui fece seguito un lungo ed intricato periodo di riabilitazione. Ora però sembra che stia definitivamente meglio, al punto tale che gli è stato possibile partecipare ad una serata benefica.

Il giornalista e conduttore ha assistito ad uno spettacolo messo in scena al Teatro Argentina di Roma. La sua presenza non è stata in alcun modo pubblicizzata ma più di qualcuno l’ha visto in mezzo al pubblico, tributandogli poco dopo un lungo quanto affettuoso applauso. Qualcosa di spontaneo, motivato probabilmente dal fatto che almeno recentemente non si sapeva più molto di come procedesse la sua riabilitazione. E sempre con l’incognita se sarebbe stato possibile tornare a vederlo in un evento pubblico dopo più di un anno di malattia.

Lamberto Sposini si sentì male poco prima di andare in onda, in compagnia di Mara Venier in quella che sarebbe stata una puntata speciale dedicata alle Royal Wedding britanniche. Ricoverato d’urgenza le ore successive al malore furono segnate da una forte paura. Così come i due mesi successivi all’intervento, quando secondo alcune voci (sempre smentite) non gli sarebbe stato mai più possibile riprendersi a pieno. Dopo 70 giorni di ricovero Sposini fu dichiarato del tutto fuori pericolo ed iniziò un lungo percorso riabilitativo in una clinica Svizzera. L’evento di Roma è stata una prima prova del fatto che il suo percorso è quasi concluso. Non sappiamo se sarà possibile tornare a vederlo in tv entro breve tempo. Ma sicuramente gli lo auguriamo.

Lamberto Sposini riappare in pubblico

donna10.it

31 Maggio 2012 21:17

Approfondisci

Lamberto Sposini news 12 Aprile 2012: la riabilitazione procede bene

Quasi un anno fa, il 29 aprile del 2011, Lamberto Sposini è stato vittima di una violenta emorragia celebrale. Si sentì male poco prima di prender parte ad un ennesima puntata de La Vita in Diretta, in uno speciale dedicato alle Royal Wedding britanniche. Fu portato di corsa al Policlinico Gemelli di Roma ed all’inizio si temette sul serio il peggio. Fortunatamente, mantenendolo in condizione di coma farmacologico la situazione riuscì a stabilizzarsi, ma ci vollero oltre 2 mesi perchè fosse possibile dimetterlo dall’ospedale per dare inizio ad un lungo e complicato periodo di riabilitazione, a tutt’oggi non ancora giunta al termine.

Di recente abbiamo appreso, con piacere, che sta relativamente bene. Appena pochi giorni fa è stato visto prendere un caffè al bar e questo effettivamente, per una persona colpita da un tale male, è molto significativo.

E c’è stata anche una piccola fuga di notizie, attribuita a fonti molto vicine alla famiglia, che descrivevano la stato attuale di Lamberto Sposini come quello di un uomo che per quanto non ancora del tutto riabilitato sia ormai tornato interamente vigile, capace di guardare la televisione, leggere i giornali e mangiare in completa autonomia. Una notizia che ha indiscutibilmente fatto piacere anche alla sua collega in tv, Mara Venier, che non ha mai mancato di ricordarlo e di aspettarlo di nuovo in studio.

Per quanto, qualche tempo fa, fu protagonista, probabilmente in modo del tutto involontario, di una polemica che la vide contrapposta alla famiglia di Sposini. Lei si lamentò di non ricevere notizie e di non poter vedere il collega. La risposta da parte della famiglia (comprensibilmente, anche se si fosse trattato di un malinteso) fu piuttosto dura e del tutto tesa a smentire questa versione dei fatti.

Lamberto Sposini: la riabilitazione procede<br />
bene

donna10.it

12 Aprile 2012  ore 07:23

Approfondisci

Lamberto Sposini intervista l’arcivescovo

Domenica 1 aprile,  alle 18.30 su Tv2000 (Canale 28 del Digitale Terrestre e in streaming su www.tv2000.it), durante il programma “Un Vescovo, una Città” , Lamberto Sposini intervista mons. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve.

Lamberto Sposini

La puntata L’intervista è stata fatta il 12 marzo dello scorso anno, poche settimane prima del grave malore che colpì il noto giornalista televisivo umbro Lamberto Sposini. «Mons. Bassetti, che sin da subito si informò e si tenne aggiornato sulle condizioni di salute di Sposini – rende noto la diocesi –  coglie l’occasione della messa in onda di questa trasmissione per augurare al giornalista un celere recupero in salute, formulandogli anche gli auguri di una serena Santa Pasqua.

‘Un vescovo e una città’, trasmissione storica di TV2000: complessivamente oltre centocinquanta vescovi italiani hanno raccontato se stessi e le loro diocesi a illustri personaggi. Noti giornalisti, uomini di spettacolo, poeti, scrittori, presentatori televisivi, campioni olimpionici. Ognuno rivolgendosi al vescovo della propria terra d’origine, permettendo così di tracciare un ritratto sia personale (la storia della propria vocazione, come un Vescovo trascorre la giornata, il rapporto con la comunità), sia quello della propria diocesi (dal punto di vista storico, religioso, economico e sociale) e rivelando il pensiero il vescovo su tanti fatti di attualità. L’insieme di queste interviste ci restituisce nel tempo una mappa dell’Italia, vista e commentata dai Pastori della nostra Chiesa. Ogni puntata, poi, è ricca d’immagini che illustrano la città, il territorio e la vita del vescovo. La nuova serie riprende con nomi molto noti al pubblico come Andrea Bocelli, Lamberto Sposini, Toni Capuozzo, Gigliola Cinquetti e tanti altri.

umbria24.it

12 Aprile 2012 ore 07:19

Approfondisci

Che fine ha fatto Lamberto Sposini?

Il popolare giornalista era stato colpito da un’emorragia cerebrale lo scorso mese di aprile. Era ricoverato in Svizzera

Che fine ha fatto Lamberto Sposini? Il popolare giornalista e conduttore era stato colpito da una grave emorragia cerebrale lo scorso 29 aprile prima di una puntata de “La vita in diretta”, trasmissione pomeridiana di Rai Uno che conduceva con Mara Venier.

Ebbene, Sposini è in procinto di tornare a Roma. Infatti era stato ricoverato in una clinica svizzera lo scorso mese di novembre, per la convalescenza. Ora continuerà le cure a casa sua, affidato ad uno staff di logopedisti ed esperti della riabilitazione.

Sposini è tornato ad essere vigile. Legge il giornale, guarda la tv. Questo perlomeno quanto hanno dichiarato i suoi familiari.

Nulla è trapelato su quale fosse questa clinica svizzera. La scelta di venire nel nostro paese è stata dettata dal bisogno di tranquillità e riservatezza.

ticinonews.ch

Approfondisci

Lamberto Sposini ultime news: Lo hanno visto al bar che prendeva un caffè

 

La grande notizia è questa ed è meravigliosa. Per chi ricorda i giorni in cui si temeva per la vita di Lamberto, questo è un momento indimenticabile. Naturalmente, non significa che sia perfettamente guarito e che domani tornerà in tv, ma è il segno di un grande cambiamento. UNA LUNGA BATTAGLIA È inutile ricordare quel maledetto 29 aprile, quando Lamberto si senti male a causa di un’emorragia cerebrale e dovette affrontare quella giostra da un pronto soccorso all’altro, perché i medici non sapevano nemmeno che all’ospedale Santo Spirito il reparto di neurochirurgia non esisteva più: era chiuso. Poi è arrivato il ricovero in un altro ospedale (il Gemelli), dove alcuni bravi chirurghi lo hanno praticamente riacciuffato per i capelli. Ai clamori della cronaca, però, è seguito un lungo periodo di silenzio. Lamberto però non è rimasto fermo, steso sul letto. Ha combattuto come un leone. Soprattutto da quando è entrato alla clinica Santa Lucia dove, soffrendo e tacendo, ce l’ha messa tutta per tirarsi fuori da quella situazione: giornate di riabilitazione, fisioterapie, lavoro anche su se stesso per riconquistare il tono muscolare e la lucidità. Sembra incredibile, ma tutto questo oggi si riassume in un’azione quotidiana che tutti noi facciamo senza nemmeno pensarci: andare al bar a prendere un caffè. NELLA LETTERA, DIRAMATA DA UN’AGENZIA DI STAMPA, SI DICE CHE LAMBERTO È VIGILE, GUARDA LA TV, LEGGE I GIORNALI E MANGIA DA SOLO. VI SEMBRA POCO? PER CHI È STATO MALE COME LUI, SONO PASSI DA GIGANTE E VIGILE E COSCIENTE Finora, i parenti di Lamberto e soprattutto sua figlia Francesca, hanno fatto quadrato intorno al conduttore, cercando di tenere a bada la curiosità dei giornali e nascondendolo perfino alla solidarietà dei tanti telespettatori che gli vogliono bene. Ma oggi sono proprio loro, le persone che gli sono più vicine che diramano (tramite l’ANSA) un comunicato in cui raccontano a tutti i suoi progressi: «È ritornato a essere vigile, cosciente, a leggere i giornali, a guardare la tv e a mangiare autonomamente ». Sembra poco? Nemmeno per idea! Sono conquiste straordinarie. E finalmente i giorni dell’incubo cominciano a dileguarsi. «Oggi – dicono ancora i parenti di Sposini nel loro comunicato – possiamo guardare con maggior serenità al futuro delle condizioni di salute di Lamberto.» UNA COMPLESSA RIABILITAZIONE Per evitare un superficiale ottimismo, bisogna però spiegare che: «il conduttore – come hanno precisato ancora i parenti – ha iniziato un lungo e complesso percorso di riabilitazione, facendo continui progressi». Ma la strada per una ripresa perfetta è ancora faticosa. Però, la famiglia di Lamberto finalmente tira il fiato e «condivide l’ottimismo dei medici». Per questo, sfrutta l’occasione per ringraziare tutti coloro che sono stati vicini al loro congiunto. A cominciare, appunto, da Francesca, per arrivare a Sabina, la moglie di Lamberto, e alla loro figlioletta che forse ha potuto fare poco dal punto di vista pratico, ma è stata sicuramente uno dei motivi della vigorosa ripresa di Lamberto. Ma ci sono stati anche gli amici, che si sono stretti accanto a lui e non lo hanno mollato un attimo. E anche a loro, il comunicato della famiglia Sposini dedica un pensiero: «Fin dall’inizio di questa vicenda abbiamo potuto constatare il grande affetto che si è manifestato intorno a Lamberto e ai suoi familiari, innanzitutto da parte dei suoi colleghi ed ex colleghi del giornalismo televisivo, che giornalmente hanno voluto interessarsi alle sue condizioni di salute. Personaggi che hanno mostrato tutta la loro autentica umanità. Taluni sono anche coinvolti in alcune attuali fasi riabilitative». GRAZIE A TUTTI Infine il grazie più grande va alla gente comune. «Ci ha colpito anche la vicinanza – dice il comunicato – specialmente nei primi giorni della sua infermità, di tante persone sconosciute, che si sono presentate raccontando di analoghe malattie, proprie o di altri, che si sono risolte positivamente… » o che hanno pregato per Lamberto. A tutti quelli che sono stati vicini al conduttore e hanno fatto coraggio alla sua famiglia, oggi arriva un “grazie” di tutto cuore. E, forse, un sorriso questa volta pieno di ottimismo.

quotidianamente.net

Approfondisci