DRAGHI, PRIORITÀ DELL’ITALIA È SPINGERE CRESCITA E LAVORO

ansa

TRIA, IVA E FLAT TAX MARGINALI. VISCO, SERVE RIFORMA FISCALE “Le priorità sono la crescita e l’occupazione. E l’Italia sa molto bene cosa fare”: lo ha detto Mario Draghi al termine dell’incontro Fmi di primavera, dove l’Italia è stata additata come un possibile rischio per l’economia europea. Il ministro dell’economia Giovanni Tria nega tuttavia l’esistenza di un “problema Italia”. Per il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco è necessaria “un’ampia riforma fiscale”.

Banche. Subito i rimborsi ai truffati con meno di 35mila euro di reddito

I risparmiatori truffati dalle banche, nel 90% dei casi potranno beneficiare di rimborsi forfettari diretti, mentre nel restante 10% dei casi è previsto il ricorso a un “arbitrato semplificato” da una tipizzazione delle violazioni massive, davanti alla commissione dei nove esperti indipendenti creata ad hoc. È quanto prevede la proposta illustrata oggi dal governo alle associazioni dei consumatori, che di fatto sancisce il via libera alla linea del doppio binario portata avanti dal ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria, per evitare di incappare in un rifiuto da parte della commissione Ue. Adesso, visto che non ci sono stare opposizioni significative, si attende unicamente i decreti attuativi, che dovranno essere messi a punto dal Tesoro.

Quello di oggi, quindi, «è stato un incontro molto positivo» e si potranno aprire le domande per i rimborsi «ancora prima della fine di maggio». Lo sottolinea il sottosegretario all’Economia Massimo Bitonci che oggi ha preso parte sia all’incontro politico al quale hanno partecipato il premier Giuseppe Conte, il ministro Giovanni Tria e il sottosegretario Alessio Villarosa, sia al successivo tavolo con i rappresentanti dei risparmiatori truffati dalle banche. Gli incontri «diretti sono sempre positivi», il governo «è sempre dalla parte dei cittadini» cercando soluzioni che contemperino le loro esigenze con i vincoli Ue.

Per accedere automaticamente ai rimborsi i risparmiatori truffati dovranno avere un reddito imponibile entro i 35mila euro o un patrimonio mobiliare non superiore a 100mila euro.

Per tutti gli altri si passerà da un controllo arbitrale, che però, si promette, sarà semplificato e abbastanza veloce.

L’indennizzo sarà del 30% per gli azionisti e del 95% per gli obbligazionisti subordinati.

Le associazioni oggi sono state chiamate a votare per alzata di mano, 17 hanno accolto la proposta messa a punto dal ministro dell’Economia, due si sono dette contrarie.

È quanto prevede la proposta presentata oggi dal governo alle associazioni dei consumatori. Per gli altri saranno tipizzati gli investimenti «e saranno analizzati per grandi categorie e non caso per caso» davanti alla commissione ad hoc che sarà costituita al ministero dell’Economia, secondo quanto ha detto il sottosegretario Bitonci.

I rimborsi per i risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie non arriveranno entro il 2019 perché «non ci sono i tempi tecnici». È il timore espresso dai rappresentanti dei risparmiatori al termine dell’incontro a Palazzo Chigi nel corso del quale la maggioranza delle associazioni ha accolto la proposta del governo del doppio canale di rimborso che dovrebbe essere tradotta in norma domani. «La nostra preoccupazione sono i tempi – ha spiegatoLetizia Giorgianni, presidente dell’associazione Vittime del Salvabanche – con i vecchi arbitrati i tempi si sono allungati tanto. Il governo non ha quantificato i tempi ma hanno garantito procedura più snella. Domani discuteranno di questa proposta e si andrà a riscrivere la norma primaria».

Avvenire

BORSA: WALL STREET RIMBALZA, ASIA APRE IN RIALZO

ansa

OGGI AGGIORNAMENTO STIME PIL PAESI UE, PER ITALIA +1,5% Rimbalzo dei mercati: a Wall Street il Dow Jones ha chiuso a +2,34%; stamani apertura positiva per Tokyo e Shanghai. Attesa ora per le borse europee, ieri a picco. Crolla ancora il Bitcoin, sotto 6.000 dollari. Oggi da Bruxelles l’aggiornamento delle stime sull’andamento della crescita e dell’inflazione nei paesi Ue: per l’Italia previsto un +1,5% del pil.

BORSA, WALL STREET AFFONDA ASIA: TOKYO -4% E HONG KONG -3,5%

ansa

BITCOIN CROLLA A 7MILA DLR, DRAGHI: E’ ASSET MOLTO RISCHIOSO Mercati forte calo. Dopo la chiusura in picchiata di ieri a Wall Street, stamani anche le borse asiatiche registrano forti ribassi: Tokyo -4,4%, Hong Kong -3,5% e Shanghai -2%; giù anche i futures dell’S&P 500, che ieri ha registrato il calo maggiore dal 2011. I fondamentali di lungo termine dell’economia restano “estremamente solidi”, afferma la Casa Bianca. Il bitcoin crolla del 18% e scivola sotto 7mila dollari: vanno visti come un asset molto rischioso, secondo Draghi.

IL TRACOLLO DEL BITCOIN, VALE LA META’ DI DICEMBRE

ansa

LA CRIPTOVALUTA SCENDE SOTTO IL TETTO DEI 10MILA DOLLARI Quotazioni in caduta libera per il Bitcoin: la criptovaluta è scesa sotto 10.000 dollari, ai minimi da novembre, in calo di quasi il 50% dai massimi record segnati a dicembre, quando era arrivata a 20mila dollari. L’Unione europea intanto progetta un ‘piano d’azione imminente sulla tecnologia finanziaria che esaminerà anche il problema del bitcoin e verrà presentato in primavera’, come ha annunciato la portavoce della Commissione Ue. E’ invece ‘ancora troppo presto per arrivare a conclusioni’ su una possibile ‘stretta normativa a livello comunitario’. Imennata di virus che sfruttano la potenza di calcoli dei Pc per produrre criptovalute all’insaputa degli utenti. (ANSA).

Istat. Tornano a salire reddito e potere d’acquisto delle famiglie

Giù deficit e la pressione fiscale (che pure resta oltre il 40%), in ripresa la propensione al risparmio insieme al potere d’acquisto. E l’inflazione comincia a crescere. Sono positivi i dati dell’ultimo trimestre resi noti oggi dall’Istat. Il 2017 si conferma l’anno della ripresa economica.

Nel terzo trimestre la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è aumentata di 0,5 punti percentuali, salendo all’8,2%. Il rialzo segue però quattro cali consecutivi. L’aumento arriva quindi dopo un anno in discesa. Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato nel terzo trimestre del 2017 dello 0,7% e del 2,1% su base annua. L’Istat parla di “una crescita significativa”. E lo stesso vale per il potere d’acquisto, salito dello 0,8% sul rispetto al trimestre precedente e dell’1,1% in termini tendenziali. L’anno passato – rileva ancora l’Istat – ha segnato il ritorno alla crescita dei prezzi. L’istituto stima per il 2017 un aumento dell’1,2%, dopo il calo dello 0,1% del 2016. Una “lieve flessione” che però aveva portato l’Italia in deflazione. L’Istituto, rilasciando i dati provvisori, parla di “una chiara inversione di tendenza”, che consente di riagganciare il livello dei prezzi del 2013, ovvero di 4 anni prima. A fare la differenza sono i beni energetici (carburanti, luce e gas) e gli alimentari freschi (frutta e verdura).

Migliorano anche i conti pubblici del Paese e l’impatto del fisco. Nel terzo trimestre infatti la pressione fiscale è stata pari al 40,3%, in riduzione di 0,4 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si tratta del valore più basso dal 2011. Anche il dato relativo ai primi nove mesi del 2017, pari al 40,2%, è il più contenuto da sei anni. L’indebitamento netto in rapporto al Pil nel terzo trimestre del 2017 è stato pari al 2,1%, a fronte del 2,4% nel corrispondente trimestre del 2016, segando così un “miglioramento” di 0,3 punti percentuali. Complessivamente, nei primi tre trimestri si è registrato un deficit pari al 2,3% del Pil, anche qui “in miglioramento” di 0,2 punti sullo stesso periodo dell’anno precedente, così da toccare il valore più basso dal 2007 (sempre guardando ai primi nove mesi).

da Avvenire

MANOVRA: OK NUOVA WEB TAX, AL 3% MA SENZA E-COMMERCE

ansa

GRAVIDANZA E MATERNITA’ SARANNO “LEGITTIMO IMPEDIMENTO” Web tax che scende dal 6% al 3%, ad esclusione del commercio, e maternità e gravidanza che potranno essere considerate come un “legittimo impedimento” a comparire nei procedimenti. Questi alcuni degli emendamenti alla manovra votati in nottata dalla commissione Bilancio alla Camera, che ha terminato i lavori intorno alle 4. Oggi, alle 11, riprenderanno le discussioni.

IL NOBEL ALL’INFLUENZA DELLA PSICOLOGIA NELL’ECONOMIA

ansa

PREMIATI GLI STUDI DELL’AMERICANO RICHARD H.THALER Il premio Nobel per l’economia è stato assegnato all’economista statunitense Richard H. Thaler dell’università di Chicago per i suoi contributi all’economia comportamentale. Thaler “ha inserito ipotesi psicologicamente realistiche nelle analisi del processo decisionale economico”, si legge nella motivazione dell’Accademia Reale svedese delle Scienze in cui si sottolinea come “esplorando le conseguenze di una razionalità limitata, di preferenze sociali e di mancanza di autocontrollo” lo studioso abbia evidenziato “come questi tratti umani influenzino sistematicamente le decisioni individuali e gli esiti del mercato”.

ISTAT, IL PIL RIVISTO AL RIALZO NEL PRIMO TRIMESTRE A +0,5%

ansa

MA IL SECONDO È CORRETTO A +0,3% E POTERE D’ACQUISTO È FERMO Il Pil dell’Italia nel 1.trimestre rivisto al rialzo, con il dato congiunturale da +0,4% a +0,5%, mentre il 2.trimestre è corretto al ribasso, da +0,4% a +0,3%. Lo rileva l’Istat: gli aggiustamenti “si compensano”, e la crescita acquista per il 2017 resta la stessa (+1,2%). Nel 2.trimestre il potere d’acquisto delle famiglie è rimasto fermo, mentre è sceso dello 0,3% su base annua. Scende anche la propensione al risparmio, ovvero il rapporto tra quanto è messo da parte e il reddito lordo disponibile. Secondo l’Istat, comunque, le prospettive di crescita per i prossimi mesi appaiono in Italia “favorevoli”.