Il demonio in Vaticano – i legionari di Cristo e il caso Maciel

Titolo : Il demonio in Vaticano – i legionari di Cristo e il caso Maciel

Autore: Franca Giansoldati

Editore: Piemme

Pagine: 222

Costo: 15,50 euro

Agli occhi di molti, Padre Maciel Degollado, celebre fondatore dell’ordine dei Legionari di Cristo, molto ben introdotto nelle stanze del potere economico e politico del Sud America e in quelle all’interno della Città del Vaticano, era e nonostante tutto resta una figura carismatica tanto vicina a Dio da sembrare incapace di compiere qualunque cose non fosse Santa.

Franca Giansoldati, corrispondente dal Vaticano per il Messaggero, con il suo libro Il demonio in Vaticano, ed. Piemme, rompe senza indugi la cortina di silenzio e denuncia, raccontando la storia, la vita dissipata e corrotta di Padre Maciel tra false identità, bigamie, truffe, abusi e raggiri.

Sono pagine dolorose, quelle scritte dalla Giansoldati. Il male si era impadronito di padre Maciel senza rimorso, senza cedimenti, in una lucida follia che lo spingeva a pensare a se come all’immagine riflessa di Cristo sulla Terra.

Padre Maciel era “uno nessuno centomila uomini”, che interpretava con la spregiudicatezza di un attore consumato.

Nessuno riusciva a sottrarsi dall’influenza di questo padre messicano. Circuiva, abusava e rendeva prigionieri sotto vincoli psicologici chi si affidava a lui.

Un lupo travestito da agnello. O a piacere un demonio travestito da Legionario.

Un “Faust” che aveva accesso a tutto e che contava a tal punto di sentirsi intoccabile. E per buona parte della sua vita fu così : Padre Maciel l’intoccabile.

Come racconta la Giansoldati, ogni tentativo di estirpare questo male, che cresceva e si rafforzava in seno alla Chiesa, sembrava impossibile. L’opera demoniaca, vale la pena definirla così, per troppo tempo riuscì a schivare qualsiasi attacco, almeno fino a pochi anni prima della sua morte, quando alcuni dei suoi ex seminaristi, che avevano subito abusi, decisero di farsi forza e scoperchiare il vaso di Pandora.

Da quel momento l’impero del male di padre Maciel iniziò a subire i primi contraccolpi.

L’autrice propone una storia dettagliata e ben documentata di quello che fu uno dei più grandi scandali che colpirono la Chiesa nel secolo scorso.

“Il demonio in Vaticano” è un libro che certamente fa riflettere ed indignare il lettore; supportandolo sempre e comunque con uno stile chiaro e semplice che cerca di non cadere nella generalizzazione, ma piuttosto nello smuovere le coscienze.

Chiara Copler