attualità – Informazione Libera
Crea sito

La mostra. L’Italia in festa di Berengo Gardin

Le processioni religiose, le sagre di paese con le giostre e le bancarelle, le sfilate dei carri, le sale da ballo e i concerti in piazza. Sono quei momenti che generano appartenenza e plasmano l’identità, in cui l’io diventa noi e una città si fa davvero comunità. Senza differenze, senza barriere. Tutti uguali, tutti uniti da un unico, grande rito collettivo in cui tutti sono protagonisti allo stesso modo. Volti allegri, divertiti, assorti o a volte spaventati, che compongono un ritratto suggestivo e profondo non solo di un Paese, ma dell’uomo nella sua realtà più intima. «Le feste grandi mi piacciono. Sono molto intime. Alle feste piccole non c’è spazio per la privacy », faceva notare con grande sottigliezza Francis Scott Fitzgerald. Perché è proprio in questi momenti che l’uomo si libera pienamente, si apre agli altri e nello stesso tempo vive la dimensione più personale. Le feste popolari rappresentano così da sempre il luogo d’indagine perfetto, un prezioso e variegato microcosmo – dai molteplici aspetti culturali, sociali e tradizionali –, per osservare l’Uomo e raccontare la Storia. È quello che fa il grande fotografo italiano Gianni Berengo Gardin con In festa. Viaggio nella cultura popolare italiana, animando visivamente l’edizione annuale, l’ottava, di “Pistoia – Dialoghi sull’uomo” dedicata al tema “La cultura ci rende umani. Movimenti, diversità e scambi”. Uno sguardo antropologico, quello del fotografo, che scorre in una mostra personale curata da Giulia Cogoli che sarà inaugurata oggi, alle 16,30 nelle Sale Affrescate del Palazzo Comunale di Pistoia (visitabile fino al 2 luglio, e corredata dal volume edito da Contrasto, con il titolo In festa,pagine 120, euro 24,90): sessanta fotografie in bianco e nero realizzate tra il 1957 e il 2009, molte delle quali inedite, dedicate alla cultura popolare italiana, in un affascinante mondo «popolato di bambini, di zingari, di anziane o giovani signore vestite per la festa e di danzatori di ogni età», dove ognuno celebra la propria storia con riti vecchi e nuovi. «Quello di Berengo Gardin è un piccolo e meraviglioso atlante fotografico delle feste popolari in Italia, che racconta di costumi e tradizioni antiche e meticce di tutte le regioni d’Italia, con uno sguardo dal taglio etnografico, ma allo stesso tempo di intenerita curiosità», afferma la Cogoli, direttrice del Festival.

da avvenire

Read More

In volo sull’Umbria, per rinascere Esposte 40 foto aeree il cui ricavato restaurerà un’opera d’arte

NORCIA – Da Norcia, il borgo ancora oggi più ferito, a Spello; da Bevagna a Città di Castello; dal lago Trasimeno ai vigneti dell’orvietano; dalla Cascata delle Marmore fino alla magnifica piana di Castelluccio. C’è davvero tutto il bello del paesaggio e dell’identità umbri nelle immagini fotografiche esposte nella mostra In volo sull’Umbria, allestita a Roma presso il Chiostro della Cisterna – Biblioteca di Montecitorio dal 25 maggio al 23 giugno.

Read More

Restauri: torna sala Fatiche di Ercole a Palazzo Venezia

ROMA – Dopo un attento intervento di restauro, durato sei mesi, torna a splendere dopo quasi 50 anni la Sala delle Fatiche di Ercole, cuore quattrocentesco di Palazzo Venezia. Il magnifico soffitto ligneo decorato e il ciclo di affreschi della finta loggia sono stati così restituiti a una corretta lettura degli ambienti privati, voluti dal cardinale veneziano Pietro Barbo (poi Paolo II), denotando la mano di botteghe del nord Italia, di scuola mantegnesca.
Presentato lla stampa dal direttore del Polo Museale del Lazio Edith Gabrielli, il restauro è stato finanziato dalla Fondazione Silvano Toti che ha investito circa 150.000 euro nell’intervento eseguito da Rita Ciardi e Isabella Righetti di ‘Officina’, mentre la parte scientifica è rimasta in mano a Sonia Martone e Paolo Castellano del Polo Museale del Lazio.
Il 27 maggio, in occasione della riapertura della Sala, sono in programma visite guidate gratuite (dalle 10.00 alle 18.00, ogni mezz’ora e senza prenotazione).

ansa

Read More

Compagno suicida, ruba arma e si spara

(ANSA) – SAN MARINO, 26 MAG – Dopo aver scoperto il cadavere del compagno suicida e aver chiamato forze dell’ordine e ambulanza, una donna di 48 anni ha strappato dalla fondina la pistola di ordinanza ad un militare delle Guardie di Rocca sammarinesi e si è sparata al cuore. E’ successo verso le 12 a Castello di Domagnano, a San Marino.
La donna non avrebbe retto alla scoperta del suicidio del marito, 60enne, impiccato nel capannone della propria ditta, e approfittando della distrazione di un militare gli ha preso l’arma e l’ha rivolta verso di sé. Sulla dinamica indagano la gendarmeria e il tribunale sammarinese. E’ intervenuto per il sopralluogo il commissario della legge di turno, Simon Luca Morsiani, che dovrà verificare tra l’altro se la pistola del militare avesse o meno la sicura. Secondo un testimone, tra la donna e la guardia vi sarebbe stata una breve colluttazione con lei che ha avuto la meglio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Read More

‘Copti uccisi perché rifiutarono Islam’

(ANSA) – IL CAIRO, 26 MAG – “Sull’autobus c’erano anche tanti bambini. Gli hanno rubato soldi e oro. Hanno anche chiesto loro di rinunciare a Cristo e di diventare musulmani. Se avessero accettato li avrebbero salvati ma i pellegrini hanno rifiutato e così sono stati uccisi. Gli hanno messo la pistola sulla testa e sul collo per ucciderli in modo diretto”. Lo ha detto il parroco della chiesa copta San Mina a Roma, Padre Antonio Gabriel, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, commentando l’attacco armato nel Sud dell’Egitto.
“Abbiamo saputo della notizia – ha aggiunto il parroco copto – solo un’ora dopo perché quella zona non è ben coperta dal segnale telefonico. Solo all’arrivo di un altro pullman hanno scoperto il disastro. Non ci sono spiegazioni, nessuno ha diritto di togliere la vita ad altri. Hanno scelto una giornata molto particolare per i musulmani perché domani comincia il Ramadan”. “Sono ancora tante – ha concluso Padre Gabriel – le persone in pericolo di vita che si trovano in ospedale.

Read More

I santi del 27 Maggio 2017

Sant’ AGOSTINO DI CANTERBURY   Vescovo – Memoria Facoltativa
m. 26 maggio 604
Abate benedettino a Roma, fu invitato da San Gregorio Magno ad evangelizzare l’Inghilterra, ricaduta nell’idolatria sotto i Sassoni. Qui fu ricevuto da Etelberto, re di Kent che av…

Read More