Crea sito

Papa Francesco ha disatteso le aspettative evangeliche di un Sinodo e non ha preso sul serio le istanze di rifondazione di una nuova ecclesiologia

Papa Francesco ha disatteso le aspettative evangeliche di un Sinodo e non ha preso sul serio le istanze di rifondazione di una nuova ecclesiologia. Queste “eterne” e abituali dilazioni costituiscono una disattenzione alle voci profetiche e un cedimento alla politica dei poteri (Barbero).

Secondo un parroco «Papa Francesco ha avuto paura di stare dalla parte del Vangelo che libera. È meglio stare con la curia e coi tradizionalisti che “impongono pesanti fardelli che nemmeno loro sanno portare”. Tutti questi che osannano il celibato, che fanno addirittura il celibato più importante e con più valore della Eucaristia sono poi quello che hanno un cimitero di scheletri nell armadio…. basta guardare ad uno scritto, ad esempio, di p. Marcial  dei Legionari di Cristo, dove si esalta il sacro celebrato  e poi lui non mi sembra fosse molto casto…. questi che non sono stati nemmeno un giorno in Amazonia o semplicemente  nelle nostre parrocchie,nelle nostre canoniche dove l’uomo di Dio, così  come loro definiscono il prete, respira solitudine e fatica.
Loro che non sono mai stati innamorati di nessuno al di fuori della loro tonaca violacea e della sedia sotto il deretano, che ne sanno della vita di me, parroco a contatto con le fatiche e le sofferenze della gente… delle mie solitudini,che ne sanno? Eppure pontificano sulla bellezza del sacro celibato.
Abbiamo promesso in ordine la traduzione del Padre Nostro. Ora dovremmo modificare anche quel passo della genesi dove Dio dice che è bene che  l’uomo non sia solo,mettendo una parentesi con scritto:” escluso per i preti”.?
Oppure i passi delle lettere di Paolo ove si parla del vescovo e si dice che sia sposato una sola volta e che sappia ben governare la sua famiglia? Ma questa per loro non è parola di Dio, perché fa comodo così…. e allora disubbidiamo si, nella logica evangelica e di fronte al papa, tanto fumo e poco arrosto, io ascolto la mia coscienza che il luogo dove abita Dio».

I numeri 85, 86,87,88,89 e 90 del documento di Bergoglio «Cara Amazzonia» costituiscono la negazione e lo strozzamento del sogno di rinnovamento della Chiesa.

Papa Francesco con la sua visione del sacerdozio torna indietro al Concilio di Trento e diventa ancora più retrogrado dei tradizionalisti-conservatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *