Sui preti sposati ancora tradizionalismi

il friuli.it rilancia  l’intervista che Mons. Brollo ha rilasciato nel 2006, quando era ancora arcivescovo di Udine. Tesi tradizionaliste largamente diffuse dalla maggioranza assolutica dei Vescovi Italiani e dai vertici della Conferenza Episcopale Italiana ((ndr).

Si parla spesso del celibato dei sacerdoti. Si può discutere della questione?
“Si tratta di una legge ecclesiastica, e non divina, ma non si discute del matrimonio dei preti dopo l’ordinazione. Non credo questo verrà mai accettato. Nella Chiesa cattolica di rito orientale succede però che si ordinino sacerdoti uomini sposati. Il sacerdote è una persona che dà totalmente se stesso a Cristo e quindi alla sua comunità, con cuore indiviso. Quindi il celibato rientra nella scelta della vita sacerdotale. Che poi qualcuno possa sbagliare e che per questi errore non debba essere demonizzato, è un altro discorso. Anche la tesi secondo cui si ovvierebbe alla crisi delle vocazioni, penso che sia solo un alibi”.

Precedente Renzi vs Padellaro: “Mi pago mutuo con le cause, la chiamerò ‘Villa Travaglio'”. “Istituiamo ‘premio Renzi’ coi soldi delle sue querele infondate” Successivo India Vescovo indiano: Dolore e vergogna per le violenze contro le donne, ‘che ci danno la vita’

Lascia un commento