Argentina Il caso delle molestie ai seminaristi


Il Fatto Quotidiano

(Maddalena Oliva – Carlo Tecce) Oggi è già di ritorno. È volato in Argentina per sole 48 ore, monsignor Gustavo Zanchetta, il vescovo emerito accusato da almeno due seminaristi di “abusi continui ed aggravati”dal suo status di ministro del culto. Si è presentato davanti alla giudice Maria Laura Toledo Zamora, nell’aula II del Tribunale di Orán, accompagnato dal suo avvocato canonico e portavoce Javier Belda Iniesta, per una udienza di fatto tecnica. “L’incontro è stato una formalità – ha spiegato Belda Iniesta –per eleggere il domicilio del mio assistito per le comunicazioni processuali: la notifica avverrà tramite email di posta certificata. Sono state poi nuovamente registrate le sue impronte digitali che, precedentemente, la polizia non aveva preso in modo corretto”. 

Precedente Cina Leader protesta Hong Kong: “Italia fornisce mezzi alla Polizia” Successivo In America centrale. Oltre trentamila bambini migranti in pericolo

Lascia un commento