IRAN, OLTRE 1.000 ARRESTI IN MANIFESTAZIONI CONTRO RINCARI

ansa

KHAMENEI, BANDITI A ORDINI NEMICI. USA CONDANNA USO FORZA Non si placa in Iran la protesta contro i rincari della benzina. Oltre mille persone sono state arrestate ieri nelle manifestazioni svolte in oltre cento città iraniane. Secondo voci non confermate i morti avrebbero già superato la decina. Ucciso anche un agente di polizia. La Guida suprema Ali Khamenei ha attribuito la responsabilità delle proteste ai “banditi” agli ordini dei nemici della Repubblica islamica, dall’ex casa imperiale dei Pahlavi ai Mojaheddin del Popolo. La Casa Bianca ha condannato “la forza letale e le rigide restrizioni alle comunicazioni” usate in Iran contro i manifestanti. 

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *