Vivere insieme, nella città plurale

di: Paola Zampieri

Vivere insieme, nella città plurale. Etiche e religioni, per la convivenza è il titolo del nuovo ciclo di incontri sui temi etici Dove va la morale? promosso da Facoltà teologica del Triveneto, Fondazione Lanza e Formazione all’impegno socio-politico della diocesi di Padova.

Il percorso di riflessione, incentrato sulla presenza plurale delle religioni e sulle sfide che questa lancia per la crescita dell’ethos civile, è articolato in quattro appuntamenti, che si svolgeranno da novembre a febbraio.

Il primo incontro si terrà giovedì 28 novembre alle ore 17 nell’aula tesi della Facoltà teologica del Triveneto (via del Seminario 7. Padova). Sul tema Il volto dell’altro: tra ebraismo e cristianesimo, dialogheranno Miriam Camerini (regista teatrale e studiosa di ebraismo) e Simone Morandini (Fondazione Lanza e Istituto di studi ecumenici San Bernardino di Venezia); coordina Giuseppe Quaranta (Facoltà teologica del Triveneto e Fondazione Lanza).

«Moschee e templi, sinagoghe e chiese: la presenza plurale delle religioni è sempre più visibile nelle città che abitiamo – spiega il coordinatore del ciclo, Simone Morandini –. Non sempre, però, se ne riesce a valorizzare il positivo contributo alla crescita dell’ethos civile e spesso emergono invece le tensioni indotte dai (pur reali) elementi di differenziazione. Eppure, tante sono le sfide condivise dai credenti delle diverse fedi; tante le aree nelle quali esse possono mettere in comune una preziosa ispirazione di fraternità e un’importante sapienza di discernimento morale».

Come far sì allora che tale pluralità non sia un problema quanto piuttosto una risorsa per la convivenza? E cosa possono offrire in tal senso le tradizioni morali sviluppate dalle diverse prospettive religiose? Come esplorarle in un dialogo costruttivo, ricercando parole e pratiche condivisibili per la fratellanza umana?

Sono alcune domande a cui i relatori cercheranno di dare una risposta, in un dialogo che coinvolgerà esponenti del mondo cristiano con testimoni della realtà ebraica e di quella musulmana, per esplorare poi il mondo delle religioni dell’Asia orientale; una ripresa sistematica, infine, completerà il percorso.

Il secondo appuntamento, Per una fratellanza rinnovata: tra islam e cristianesimo, giovedì 12 dicembre, vedrà gli interventi di imam Yahya Zanolo (Comunità religiosa islamica italiana – Veneto, Vicenza) e Gianluca Padovan (Istituto superiore di scienze religiose “Mons. Arnoldo Onisto” di Vicenza, Commissione CEI per il dialogo con l’islam); coordina Francesca Schiano (Formazione all’impegno socio-politico).

Per l’armonia: tra oriente e occidente è il tema del terzo incontro, in programma giovedì 12 gennaio 2020, con un dialogo fra Swamini Hamsananda Giri (Unione induista italiana, Monastero Altare – SV) e Massimo Raveri (Università Cà Foscari Venezia e Istituto di Studi ecumenici San Bernardino); coordina Simone Morandini (Fondazione Lanza e Facoltà teologica del Triveneto).

Giovedì 20 febbraio, il ciclo si concluderà con i contributi di Pier Davide Guenzi (presidente Atism-Associazione teologica italiana per lo studio della morale e direttore Istituto superiore di scienze religiose di Novara) e Giulio Osto (Facoltà teologica del Triveneto e Collegio universitario Gregorianum) su L’etica nella città plurale: suggestioni etiche e teologiche; coordina Leopoldo Sandonà (Facoltà teologica del Triveneto e Fondazione Lanza).

Gli incontri sono aperti a tutti e l’ingresso è libero.

Sono invitati a partecipare, in particolare, operatori pastorali, studenti e docenti interessati al dialogo interreligioso (in particolare insegnanti di religione cattolica) e i cultori della riflessione morale.

Tutti gli incontri si terranno nell’aula tesi della Facoltà teologica del Triveneto (via del Seminario 7, Padova) dalle ore 17 alle 19.

Per informazioni:

Facoltà Teologica del Triveneto segreteria@fttr.it; 049-664116

Fondazione Lanza info@fondazionelanza.it; 049-8756788

Settimana News

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *