Papa Francesco commissaria le disastrate finanze vaticane

Papa Francesco commissaria le disastrate finanze

https://www.huffingtonpost.it

Le finanze vaticane sono state di fatto commissariate da Papa Francesco. Con la nomina di un semplice sacerdote spagnolo, per di più gesuita, padre Juan Antonio Guerrero Alves, che non ha mai messo un piede in Curia, come successore dell’un tempo potente cardinale George Pell, prefetto della Segreteria dell’Economia, nominato dallo stesso Francesco nel 2014. Per di più, in base alle “regole di ingaggio“ stabilite tra il Pontefice e il Preposito Generale della Compagnia di Gesù, padre Artuto Sosa, e rese pubbliche da Vatican News, Guerrero non diventerà vescovo in virtù del suo nuovo ruolo, in modo che una volta compiuta la sua missione, potrà tornarsene nei ranghi dei Gesuiti, di cui con ogni evidenza, costituisce una preziosa risorsa umana.

Una mission “impossible” quella di Guerrero? Visto che quando prenderà l’incarico (gennaio 2020) saranno quasi sette anni dall’elezione di Papa Francesco e la situazione dell’economia vaticana è sempre instabile e percorsa da scandali? Mentre le riforme richieste dalle congregazioni generali che precedettero il Conclave sono rimaste a metà del guado? Sicuramente, il profilo del neo nominato, il rapporto di totale e diretta fiducia del Papa e della Compagnia di Gesù, e la libertà di essere dentro, ma anche fuori la Curia e i suoi condizionamenti, gli lasceranno mano libera.

La comunicazione della nomina, quasi in fondo al bollettino odierno della Sala stampa vaticana, arriva all’indomani della decisione della Alta Corte australiana che ha ritenuto ammissibile il ricorso del cardinale Pell contro la condanna anche in appello a sei anni per abusi sessuali su minori (il ricorso non verrà esaminato prima di marzo-aprile 2020) e dopo che la nuova inchiesta penale vaticana ha coinvolto dipendenti della prima sezione Segreteria di Stato vaticana guidata fino al 2018 dal cardinale Angelo Becciu, spesso visto come contraltare di Pell.
Guerrero sembrerebbe la personificazione della figura del diligente economo, cui ebbe a riferirsi una volta il Papa. È stato fin qui Consigliere Generale e Delegato del capo dei Gesuiti per le Case e le Opere Interprovinciali della Compagnia di Gesù a Roma (DIR), de La Civiltà Cattolica diretta da padre Antonio Spadaro e Superiore Maggiore di 360 gesuiti che lavorano Roma in particolare in istituzioni vaticane.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *