La lotta di papa Francesco per salvare la Chiesa. I preti sposati lo sostengono

Carenza di vocazioni, chiese sempre più vuote, offerte sempre meno consistenti, crisi della fede e disaffezione nei confronti della Chiesa come istituzione rappresentano lo scenario apocalittico per il cattolicesimo italiano descritto da Gianluigi Nuzzi, famoso giornalista, saggista e conduttore televisivo.

“Papa Francesco sta cercando di cacciare i mercanti dal tempio – ha dichiarato Gianluigi Nuzzi -, mercanti bulimici di quello che era chiamato lo “sterco del demonio”, il vil denaro che è di tutti perché deriva dalle offerte. È una battaglia importante anche perché, come diceva Benedetto XVI, c’è una crisi non della Chiesa ma della fede. Un problema che ha portato anche Ratzinger a rinunciare al pontificato.

“Il rischio di default della Chiesa – prosegue il famoso conduttore televisivo – non è un’idea di Nuzzi, magari lo fosse perché allora potrei sbagliarmi. Sono i documenti interni che lo dicono e sono sempre più inquietanti e allarmanti. Gli attacchi a papa Francesco dal punto di vista teologico indeboliscono e fiaccano il Santo Padre in un momento molto delicato per la Chiesa”.

“Gli attacchi – conclude Nuzzi – vanno a trovare una congiunzione con chi, invece, in Curia ha interessi a fiaccare papa Francesco per rallentare le riforme e per rimanere nel buio. Non ho elementi per dare una valutazione teologica di questo pontificato perché non è il mio ruolo, ma credo che sia assolutamente improvvido attaccare un papa in un momento così faticoso per la Chiesa. Per molti anni nessuno ha parlato di questi temi. Quando a Roma i giornalisti che devono scrivere di Vaticano sono inquilini del Vaticano è un po’ difficile che vadano a raccontare le cose che non funzionano. Magari sono più miopi o, addirittura, soffrono di una cecità”.

fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *