Monsignor Neri Josè Tondello, vescovo brasiliano di Juìna, nel Mato Grosso, richiede a Vescovi e Papa i preti sposati

 “Io credo che il Sinodo sia un’opportunità di riconciliazione della Chiesa con l’Amazzonia, per il debito che ha con essa. Un debito di evangelizzazione verso la Parola di Dio, e soprattutto l’Eucaristia perché in molte comunità c’è la presenza del sacerdote solo una o due volte all’anno. Così non è possibile continuare. Penso che sia necessario moltiplicare la nostra presenza di Chiesa in Amazzonia. Guardare la ministerialità della Chiesa. Una richiesta che facciamo al Sinodo e al Santo Padre è che possiamo ordinare anche uomini adulti sposati provati nella fede e nella vita, e anche sicuramente la diaconia per le donne, perché nella nostra diocesi per esempio io ho 700 catechisti, 650 sicuramente sono donne. Così anche nell’animazione delle comunità le donne sono molto presenti”. 

tratto da vaticannews

Precedente Un italiano su due: sì al matrimonio per preti Successivo Preti sposati dalla d’Urso: "alzare i toni degli interventi... la giusta causa e la riammissione al ministero" appello al Papa e Vescovi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.