Vescovo dal Brasile, no alternativa a preti sposati per la Chiesa Cattolica

 © ANSA

“Non c’è alternativa” all’ordinazione sacerdotale di uomini sposati in Amazzonia. Ma non solo per la carenza di preti nella vasta regione che tocca nove Paese dell’America latina ma anche perché “i popoli indigeni non capiscono il celibato”. Parola di monsignor Erwin Krautler, vescovo nato in Austria ma da 54 anni in Brasile al fianco dei popoli amazzonici. Senza giri di parole dice che la Chiesa ha messo “il celibato sopra l’Eucaristia” che invece per i cattolici dovrebbe essere il centro. Per la mancanza di sacerdoti, le comunità amazzoniche cattoliche possono partecipare alla messa due-tre volte l’anno.
    Erwin parlò di questi problemi con Papa Francesco per la prima volta in un incontro, il 4 aprile del 2014. E continua la sua battaglia per l’Amazzonia (ambiente, diritti umani e Eucaristia) che definisce senza timore “politica”. “La Chiesa è sempre stata politica, Gesù è stato politico. Ma bisogna sapere che cosa è la politica: lottare per il bene comune”.

ansa

Precedente NOBEL PER LA FISICA AI CACCIATORI DI MONDI ALIENI Successivo Papa Francesco potrebbe cancellare chiusura sui preti sposati su pressione Vescovi Sinodo Amazzonia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.