Preti sposati. Shevchuk, “non esistono soluzioni facili per questioni difficili. Sarà una sfida per tutti”

Così in sintesi le dichiarazioni di Sviatoslav Shevchuk, capo della Chiesa greco-cattolica ucraina, che ha risposto alla domanda se ordinare persone sposate può aiutare a combattere il calo delle vocazioni. Crisi che per il Movimento Internazionale dei sacerdoti sposati potrebbe essere intanto subito arginata con la riammissione al ministero dei preti sposati.

Anche la Chiesa Cattolica Ucraina di rito greco-bizantino potrebbe perorare  presso il Vaticano e Papa Francesco la riammissione dei preti sposati aprendo le porte, fino ad ora chiuse, a tanti fratelli nella fede. I vertici della chiesa cattolica ucraina hanno fino ad oggi negato la possibilità ai preti sposati di essere riaccolti nella Chiesa.   I preti sposati invitano a non strumentalizzare  le dichiarazioni del capo della Chiesa greco-cattolica in Ucraina per minare la riforma sui preti sposati inserendo sui media e agenzie stampa alcune notizie che alterano la realtà dei fatti  e farebbero pensare a un nulla di fatto sul campo del superamento della crisi delle vocazioni con la realtà dei preti sposati riammessi, una grande risorsa per la Chiesa e le comunità cattoliche di tutto il mondo.

sir

Precedente Presto in Italia la novità dei preti sposati. Non solo i bizantini ma anche i cattolici riammessi. Le speranze dopo il Sinodo Successivo Shoah: baratro di disumanità

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.