Il rovescio del vangelo

Lo charme del Rabbì di Nazaret filtra da ogni pagina dei Vangeli, restando inafferrabile. Come accostarsi allora alla patina di luce che ovunque lo accompagna? Questa domanda dà l’avvio all’avventura di queste pagine: osare leggere il Vangelo «al rovescio», a partire cioè dalla prospettiva di coloro che lo hanno incontrato.

Come sarà stato guardato Gesù da Giuseppe, Maria, il Battista, la peccatrice di Magdala, Giuda, Pietro, Caifa, Anna, Pilato ed Erode? Un racconto fra le righe dei Vangeli e sulla loro soglia, come un invito a entrare.

Sommario

Prefazione.  Yosef, il sognatore.  Miriam, la madre.  Jochanan, il Battista.  Miriam di Magdala, l’amante.  Kèfa, la roccia.  Yehûdāh, l’amico.  Caipha, il religioso.  Pilatus, il diplomatico.  Cleopha, l’entusiasta.

Note sull’autore

Gianluca De Candia insegna attualmente Teologia sistematica all’Università di Siegen ed è libero docente al Dipartimento di questioni filosofiche fondamentali della teologia della Westfälische Wilhelms-Universität di Münster.

Gianluca De CandiaIl rovescio del vangelo, collana «Le Ispiere», EDB, Bologna 2019, 104 pp., 9,50 euro. Qui su Settimananews una recensione al volume firmata da Barbara Alberti.

copertina
Precedente Non chiamateci barboni Successivo Quale teologia per quale Chiesa

Lascia un commento