Vaticano La fonte della famiglia Orlandi non è anonima


HuffPost 

(Maria Antonietta Calabrò) Non è una fonte anonima, non è neppure una lettera anonima quella che ha segnalato la possibile presenza dei resti mortali di Emanuela Orlandi nel Cimitero teutonico all’interno del Vaticano, all’avvocato Laura Sgrò che rappresenta la famiglia della cittadina vaticana scomparsa 36 anni fa.Ma si tratta di una fonte che l’avvocato ha voluto mantenere coperta dal segreto professionale. Questa circostanza è stata valutata dal Promotore di giustizia vaticano, l’equivalente del nostro Procuratore della Repubblica

Precedente Arcigay risponde al vescovo di Reggio Emilia: «Basta negatività contro gay, bisex lesbiche e trans» Successivo Papa Francesco ha istituito una diocesi per i greco cattolici ucraini in Italia CON PRETI SPOSATI