L’UNESCO BRINDA CON IL PROSECCO, È PATRIMONIO DELL’UMANITÀ

ansa

MOAVERO E ZAIA: VALORE UNICO DI CONEGLIANO E VALDOBBIADENE Le colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sono Patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco. La proclamazione ieri a Baku, in Azerbaigian. I 97 chilometri quadrati di declivi vitati e di borghi della Sinistra Piave diventano così l’ottavo sito veneto e il 55mo italiano sotto l’egida Onu. “Premiato un valore unico”, hanno annunciato Moavero e Zaia. 

Precedente WIMBLEDON, BERRETTINI OGGI NEGLI OTTAVI CONTRO FEDERER Successivo Migranti, il Papa celebra la messa "Per Dio nessuno è straniero"