Alla gogna in Australia non c’è solo il cardinale George Pell, ma l’intera chiesa

Alla gogna in Australia non c’è solo il cardinale George Pell, ma l’intera chiesa

Il Foglio

Roma. George Pell è entrato in tribunale con il collarino ecclesiastico in bella mostra. E’ su questo particolare che i media australiani, da tempo impegnati a volteggiare sul corpaccione del cardinale già arcivescovo di Sydney e prefetto vaticano per l’Economia, hanno indugiato nelle cronache di questi due giorni. Non sul fatto che è entrato con le manette ai polsi, trofeo offerto a videocamere e macchine fotografiche che non s’aspettavano tanta grazia. 

Precedente Pedofilia, bimbi sordomuti abusati da preti: così i religiosi "orchi" venivano protetti Successivo La nuova vita di Don Gianfranco: ora è un papà e fa l’idraulico