Sea Watch, le chiese protestanti pronte ad accogliere una quota dei migranti e a favorire la ricollocazione degli altri in Europa

nev.it 

“Mettiamo a disposizione le nostre strutture di accoglienza in Italia e le relazioni con le chiese sorelle d’Europa per approntare un piano di ricollocazione in Europa di una quota dei migranti soccorsi dalla Sea Watch”. Si esprime così il pastore Luca M. Negro, Presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia. 

Precedente Un film sugli abusi nella chiesa polacca agita molto il partito al governo Successivo Jharkhand, ergastolo ad un prete condannato per stupro. I vescovi: False accuse