Un film sugli abusi nella chiesa polacca agita molto il partito al governo

Il Foglio 

(Micol Flammini) Non sarà un documentario a far cadere il PiS, il partito nazionalista e conservatore che dal 2015 governa la Polonia. Non saranno quelle due ore di testimonianze, inchieste e telecamere nascoste a lasciare che alle elezioni europee di fine maggio e poi alle parlamentari in autunno siano i moderati a vincere. 

Precedente Salvini con il Rosario sul palco, il Vaticano: «Dio è di tutti, invocarlo per sé è pericoloso» Successivo Sea Watch, le chiese protestanti pronte ad accogliere una quota dei migranti e a favorire la ricollocazione degli altri in Europa