Messico, ancora un giornalista assassinato. Francisco Romero si occupava di criminalità organizzata

La Repubblica

Era una delle priorità del nuovo governo del presidente Andrés Manuel López Obrador: la difesa dei giornalisti e della libera stampa. La violenza, e l’impunità, dei Cartelli messicani l’ha vanificata. Francisco Romero, giovane cronista del settimanale Playa news, di Playa del Carmen è l’ennesima vittima di questa mattanza: il sesto giornalista ucciso dall’inizio del 2019. Il suo corpo è stato ritrovato sul marciapiede, vicino alla sua moto, davanti al bar La Gota

Precedente Porte aperte nelle oasi Wwf, rifugio sicuro per biodiversità Successivo Dichiarazione del Presidente Mattarella in occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia la Bifobia e la Transfobia