Aerei di Stato. Corte dei conti apre fascicolo sui voli di Matteo Salvini

Corte dei conti apre fascicolo sui voli di Matteo Salvini

Avvenire

La procura del Lazio della Corte dei Conti ha aperto un fascicolo esplorativo sui voli effettuati dal vicepremier Matteo Salvini. Fonti della procura confermano quanto anticipato oggi dal quotidiano la Repubblica, precisando che il fascicolo – aperto proprio in seguito alle notizie di stampa -è in mano al viceprocuratore generale Bruno Tridico. Non solo le opposizioni, ma anche il M5s chiede immediatamente chiarimenti al ministro del’Interno e leader della Lega.

M5s: piccola, ombra c’è, chiarisca. Salvini: sfido a dimostrare irregolarità

«Nessun abuso, nessuna irregolarità, nessun volo di Stato o della Polizia per fare comizi ma sempre per impegni istituzionali. Sfido chiunque a dimostrare il contrario», replica l’interessato. Che sottolinea: «Sono indagato dappertutto su tutto: per sequestro di persona, per razzismo. Penso che il lavoro che sto facendo per gli italiani lo stiano apprezzando. E penso di essere uno dei ministri che costa meno, nella storia del ministero dell’Interno». Salvini incassa la fiducia del presidente del Consiglio Giuseppe Conte: «Non ho motivo di non credere alle parole di Salvini». La vicenda rischia, infatti, di aprire l’ennesimo scontro nella maggioranza. E se il Guardasigilli Alfonso Bonafede è cauto, rimandando tutto alla magistratura, fonti autorevoli del movimento interpellate dalle agenzie parlano di «strana faccenda», perché se è stato aperto un fascicolo, è il ragionamento, «significa che una piccola ombra da chiarire c’è. È bene che lo faccia Salvini. E siamo sicuri che lo farà». Il Pd con Alessia Rotta se la prende con il «censore» Di Maio che «non ha ancora detto una parola». Per lui, conclude, «evidentemente non è importante che il ministro degli interni faccia la sua campagna a spese degli italiani». A fornire al contabilità dei voli di Stato del governo gialloverde ci pensa il dem Michele Anzaldi, che cita i dati ufficiali di Palazzo Chigi. «In soli dieci mesi – quantifica – i ministri del governo M5s-Lega hanno viaggiato 116 volte sui voli di Stato. Ai quali vanno aggiunti i voli del premier Conte per i quali non è prevista pubblicazione. Il record ce l’hanno i ministri M5s con 72 voli, il 62% del totale».

Indagine esplorativa dai delicati profili sulla sicurezza

L’indagine della magistratura contabile è finalizzata ad accertare eventuali danni all’Erario. In particolare, la Procura del Lazio dellaCorte dei Conti punta a verificare se il vicepremier abbia usato voli di Stato per partecipare a comizi o eventi elettorali. Si tratterebbe diun’indagine esplorativa in cui ci sono profili delicati che attengono alla sicurezza (Salvini è ministro dell’Interno) che verranno considerati. Le stesse fonti ricordano che un’analoga istruttoria era stata aperta nel 2015 per l’ex premier Matteo Renzi e poi l’indagine venne archiviata.La Repubblica” in una serie di articoli pubblicati negli ultimi giorni ha individuato oltre 20 voli con mezzi della Polizia e in un caso dei Vigili del fuoco per viaggi in cui, secondo il quotidiano, a manifestazioni ufficiali si affiancavano eventi di campagna elettorale.

Precedente Vaticano. Lunedì il Papa aprirà l'Assemblea generale della Cei Successivo Vaticano, assolto prete accusato abusi