L’Osservatore Romano

Un minore su 5, pari a 420 milioni di bambine e bambini vive attualmente in aree di conflitto. Un numero in crescita di 30 milioni rispetto al 2016. Solo nel 2017 sono stati bombardati oltre 1400 edifici scolastici: nelle aree di conflitto, l’istruzione è uno dei principali diritti negati all’infanzia e sono 27 milioni i bambini sfollati a causa delle guerre a non avere più accesso all’educazione. I dati sono evidenziati in un dossier diffuso dall’organizzazione Save the children, che in occasione del suo centenario lancia la campagna “Stop alla guerra sui bambini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.