I dati di un rapporto di Save the children. Un bambino su 5 nel mondo vive in mezzo alla guerra

L’Osservatore Romano

Un minore su 5, pari a 420 milioni di bambine e bambini vive attualmente in aree di conflitto. Un numero in crescita di 30 milioni rispetto al 2016. Solo nel 2017 sono stati bombardati oltre 1400 edifici scolastici: nelle aree di conflitto, l’istruzione è uno dei principali diritti negati all’infanzia e sono 27 milioni i bambini sfollati a causa delle guerre a non avere più accesso all’educazione. I dati sono evidenziati in un dossier diffuso dall’organizzazione Save the children, che in occasione del suo centenario lancia la campagna “Stop alla guerra sui bambini”.
Precedente L’Africa e la tragedia dei bambini soldato Successivo Pedofilia, al governo dovrebbero leggere con attenzione il decreto di Papa Francesco