CARABINIERE UCCISO, ‘UN DELITTO SENZA MOTIVAZIONI’

ansa

IL PM: IL KILLER HA SCARICATO UN INTERO CARICATORE L’omicidio del maresciallo Vincenzo Di Gennaro e il ferimento del suo collega Pasquale Casertano, a Cagnano Varano (Foggia), sono “totalmente privi di motivazioni”. L’assassino, il pregiudicato Giuseppe Papantuono, “nei giorni scorsi aveva subito due controlli: nel primo fu trovato in possesso di alcune dosi di cocaina; alcuni giorni dopo fu fermato per possesso di un coltello. In maniera generica aveva detto: ‘Ve la farò pagare'”. Lo ha riferito il procuratore di Foggia Ludovico Vaccaro spiegando che Papantuono “era in strada e ha chiamato i carabinieri. Non appena il militare ha abbassato il finestrino, l’uomo ha sparato. Si è fermato solo quando il caricatore era vuoto. Voleva impossessarsi anche delle pistole dei militari”.

Precedente In questa settimana abitiamo il silenzio Successivo LIBIA: OMS, 121 MORTI E 561 FERITI NEGLI SCONTRI