Martedì 19 Marzo 2019 su Rete 4 in seconda serata dalle 23,33 alle 0,41 Puntata di Confessione Reporter su preti sposati e i figli nascosti dei preti

Stasera in tv, Stella Pende e le storie dolorose dei figli dei preti

Preti sposati con regolare percorso canonico di dispensa e matrimonio religioso protagonisti della puntata realizzata da Stella Pende. La testimonianza di don Giuseppe Serrone.
Roma, (informazione.it – comunicati stampa – varie) “Confessione reporter” su Retequattro, in seconda serata. Un programma di inchieste vere, realizzate da una giornalista di razza, Stella Pende. Si parte con una puntata forte che vedrà trattato anche il tema dei preti sposati con un regolare percorso canonico (come la storia di trasparenza e grande amore tra don Giuseppe Serrone e Albana Ruci), e altre storie di quelle che fanno scalpore: “ “I figli dei preti”. Una realtà che esiste da sempre, che la Chiesa ha sempre tenuto nascosta (ora grazie a papa Francesco c’è maggiore apertura e serenità su questo tema) e che ha provocato tanto dolore.
La prima intervista è quella a Vincent Doyle, 35 anni, brillante psicoterapeuta irlandese, nonché fondatore di Coping international (Coping sta per Children of priests), un’associazione internazionale, riconosciuta dalla Chiesa, nata per offrire supporto psicologico e spirituale ai figli di sacerdoti. Doyle è uno dei pochi fortunati che ha alle spalle una storia non dura, nel senso che il padre prete, seppur come “amico” della mamma e parroco, si è sempre interessato a lui, gli ha fatto sentire la sua vicinanza e ha provveduto a lui economicamente. Vincent ha scoperto la verità solo quando il padre era venuto a mancare. E da quel giorno ha aperto un sito dove ha chiesto a tutti coloro che avessero una storia simile alla sua di scrivergli. Perchè “voglio quantificare il fenomeno”. È stato sommerso dai messaggi e quel che ha scoperto è che l’Italia è tra i Paesi top ten con questa realtà. Stella Pende ha cercato sacerdoti, vescovi, cardinali da intervistare ma tutti hanno detto no. Solo uno ha accettato: il cardinale Cocco Palmerio che è stato sincero e ha detto che i preti che hanno figli devono rinunciare al sacerdozio perchè il bene del bambino e della mamma vengono prima. Un pensiero perlatro già espresso da papa Francesco. Ci sono poi testimonianze più dure come quella di Alessio che preso dai sospetti ha fatto seguire la madre e ha cosí scoperto di essere figlio del prete. Lo vede tutte le domeniche a messa, ma non ha il coraggio di affrontarlo. E da anni vive nel dolore e nella rabbia. Ma c’é anche la storia positiva del prete Rosario Mocciaro che tanti anni fa in un paesino della Sicilia, ha deciso di lasciare il sacerdozio e di formare una famiglia con la donna di cui si era innamorato. Andrea Mocciaro, il figlio di Rosario, intervistato da Stella Pende dice: “I miei genitori sono due fighi, hanno avuto coraggio”. Da segnalare un bellissimo servizio dove si vede Papa Francesco che qualche tempo fa è andato a trovare sei famiglie di preti sposati, allontanati dalla chiesa, e che ora hanno anche problemi economici. Il Pontefice li ha abbracciati ha preso in braccio i bambini e ha trascorso del tempo con loro. Molto intensa anche l’intervista conclusiva a don Rigoldi, cappellano del Beccaria.

Precedente Ambiente. Animali a rischio estinzione, qual è la responsabilità dell'uomo? Successivo UNESCO, MILIARDI DI PERSONE PRIVATE DEL DIRITTO ALL'ACQUA