MORTA IMANE FADIL, TESTIMONE CONTRO BERLUSCONI NEL CASO RUBY

ansa

AVEVA DETTO, ‘MI HANNO AVELENATO’. L’INDAGINE È PER OMICIDIO La Procura di Milano sta indagando sulla morte di Imane Fadil, la modella di origini marocchine di 34 anni testimone chiave dell’accusa nei processi sul caso Ruby a Silvio Berlusconi, morta il primo marzo all’ospedale Humanitas dove era ricoverata da fine gennaio. Il procuratore Francesco Greco ha spiegato anche che la giovane donna aveva detto ai suoi familiari e avvocati che temeva di essere stata avvelenata. Sul corpo è stata disposta l’autopsia.

Precedente STRAGE IN DIRETTA IN NUOVA ZELANDA, 49 MORTI IN DUE MOSCHEE Successivo I GIOVANI IN PIAZZA IN TUTTO IL MONDO, 'SALVIAMO IL FUTURO'

Lascia un commento