Prete pedofilo abusa di decine di bambini e fugge: ucciso nella sua casa

John Capparelli pensava di essere riuscito a fuggire da tutto il male che aveva commesso nella vita e di essersi ritagliato un’oasi di pace e anonimato per trascorrere in pace gli ultimi anni della sua esistenza lontano dai luoghi dove tutti lo conoscevano per quello che era: un ex prete pedofilo che si era macchiato di decine di abusi sessuali su bambini con i quali era entrato in contatto grazie al suo ruolo religioso e al suo lavoro di insegnante di matematica. Si sbagliava: il mese scorso il suo nome è apparso tra quelli di 188 preti accusati di abusi sessuali, in un elenco pubblicato dalle cinque diocesi del New Jersey, negli Usa. E sabato, alle 9.30 del mattino, qualcuno è andato nella sua casa di Henderson, in Nevada, lo ha ucciso sparandogli al collo ed è fuggito lasciandolo in una pozza di sangue. La polizia, che sta indagando sull’omicidio, non ha comunicato molti dettagli sulla vicenda, ma ovviamente è difficile non pensare a un movente legato al suo passato di pedofilo: una vendetta, o comunque una “punizione”, per il male che aveva fatto.

Precedente Quel piacere femminile che fa paura agli uomini Successivo VIA DELLA SETA, GOVERNO RAFFORZA LA GOLDEN POWER

Lascia un commento