Mafia: Prestipino, serve ricostruire identità all’antimafia

(ANSA) – ROMA, 12 MAR – “Credo che il racconto dei modelli criminali non solo ci aiuta a capire le mafie ma anche a comprendere come debba essere l’antimafia. Le mafie coltivano il loro profilo identitario e dobbiamo capire come costruire il nostro senso dell’identità, quello dell’antimafia, che da tempo mostra limiti e talvolta serie patologie. Dobbiamo ricostruire la categoria del noi che oggi manca. Il crollo del noi ha riguardato anche l’antimafia”. Lo ha detto il procuratore aggiunto Michele Prestipino alla presentazione del libro che ha scritto con il capo della procura di Roma “Modelli criminali. Marie di Ieri e di oggi”

“Il primo punto riguarda il nostro lavoro: abbiamo fatto grandissimi passi avanti, c’è la capacità di contrastare le mafie, abbiamo imparato a fare squadra a capire che le ragioni dello Stato devono prevalere sulle ragioni dei singoli componenti dello Stato. Abbiamo persuaso talvolta le forze di polizia a collaborare tra loro per raggiungere un risultato importante, questo è un metodo di lavoro. Su questo punto qualche sforzo in più possiamo farlo”, ha proseguito Prestipino.

“La parte repressiva è importante ma non è tutto: dobbiamo ripartire dalla società, la vera partita in questa città si gioca partendo dalle periferie. Il tema delle periferie significa ricostruire ciò che dà identità e sottrae consenso alle mafie ricostruendo quei corpi intermedi che sono spariti. E’ una sfida complicatissima che oggi dobbiamo saper affrontare”, ha concluso. (ANSA).

Precedente TAV, CHIAMPARINO CHIEDE IL REFERENDUM NELL'ELECTION DAY Successivo IL GOVERNO REVOCA IL LOGO AL CONGRESSO MONDIALE FAMIGLIE

Lascia un commento