Il dramma dei bambini soldato. Una piaga diffusa soprattutto in Africa e Medio oriente

Mondo

L’Osservatore Romano

Un gruppo armato attivo nel Sud Sudan ha rilasciato 119 bambini soldato. A darne notizia è stato l’Unicef, il fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia. Il gruppo, che è il South Sudan National Liberation Movement (Sslm), ha liberato 48 bambine, la più piccola di dieci anni. «È uno sviluppo incoraggiante, ma la strada è ancora lunga prima che 19.000 bambini arruolati tornino alle loro famiglie» ha detto Henrietta Fore, direttore esecutivo dell’Unicef nella regione.

Precedente Cento anni dell’eparchia di Lungro degli italo-albanesi dell’Italia continentale. Custode dell’identità arbëreshë Successivo Guaidó annuncia che il 23 febbraio sarà risolta la crisi degli aiuti. Manifestazioni in Venezuela