Preti sposati riammessi e “viri pobati” temi cruciali per la riforma Chiesa

Islam, abusi sessuali: viaggi e appuntamenti in Vaticano definiscono le priorità nell’agenda di Papa Francesco per il 2019. Anzitutto l’islam, con due appuntamenti importanti: lo storico viaggio negli Emirati Arabi Uniti, tra il 3 e il 5 febbraio, e la visita in Marocco il 30 e il 31 marzo.

Se questi temi sono caldissimi anche per la cronaca, un altro appuntamento del 2019, più in sordina, potrebbe aprire a grandi cambiamenti nella Chiesa (in particolare potrebbero essere riammessi al ministero i preti sposati; ndr). È il Sinodo dell’Amazzonia, che si terrà in Vaticano in ottobre. Il tema centrale sarà l’ecologia, ma il vero nodo sarà quello della risposta al problema della scarsità dei sacerdoti. Seppure riferita soltanto alla regione amazzonica, la spinta verso l’ordinazione sacerdotale di persone sposate di provata fede (i cosiddetti viri probati) è ormai chiara. Ma proprio il fatto di aver voluto svolgere il Sinodo a Roma sta ad indicare che tale suggerimento si intenderà come risposta possibile a tutte le chiese con scarsità di vocazioni (e la Chiesa tedesca già scalpita). Questa almeno è l’intenzione del Papa; che poi questo accada sarà da vedere.

Il Giornale

Precedente AUSTRIA IN ANSIA PER LAUDA, NUOVO RICOVERO IN OSPEDALE Successivo Cina. Il governo di Pechino «vieta» le nozze sfarzose