Pedofilia, Wilson scagionato

La Corte d’appello di Newcastle, in Austalia, ha capovolto la sentenza di condanna inflitta in agosto all’ex arcivescovo di Adelaide, Philip Wilson. In primo grado l’uomo era stato condannato a un anno di reclusione per aver occultato gli abusi sessuali nei confronti di minori commessi da un prete negli anni ’70.
“Non vi è una base appropriata a cui mi posso affidare per respingere la sua testimonianza”, ha dichiarato il giudice che nell’emettere la sentenza ha aggiunto che Wilson è stato un testimone onesto e coerente e vi sono dubbi ragionevoli che egli fosse a conoscenza degli abusi del sacerdote.
Il 68enne, il più alto prelato cristiano al mondo a essere stato condannato per aver coperto un parroco pedofilo – che nel frattempo si era dimesso dalla carica – si è sempre dichiarato non colpevole. La pubblica accusa ha indicato che presenterà a sua volta appello.
ATS/YR

Precedente Il prete immigrofilo che boicotta il presepe fattura milioni con l’accoglienza Successivo PANICO IN DISCOTECA, 6 RAGAZZI MORTI E OLTRE 100 FERITI