Invito a rinnovare l’impegno a vivere nel celibato e nella castità: e la crisi dei preti?. Ancora tabù i preti sposati

La frase tradizionalista è del card. Filoni, a sacerdoti, religiosi e religiose delle diocesi di Luanda, Caxito e Viana, nel primo incontro della sua visita pastorale in Angola. Per il Movimento Internazionale dei Sacerdoti Lavoratori Sposati i vertici vaticani tacciono sui preti sposati che potrebbero essere una grande risorsa per la Chiesa.

Il Prefetto del Dicastero Missionario, card. Filoni,  ha messo in guardia, facendo eco al Santo Padre, da una certa mondanità che colpisce la Chiesa di ogni continente, “questa mondanità non è altro che mediocrità. Dobbiamo superare questa mediocrità”. Il cardinale si è quindi soffermato sulla mediocrità nel campo della castità e della vita pastorale e religiosa, invitando i sacerdoti, i religiosi e le religiose “a rinnovare l’impegno a vivere nel celibato e nella castità”, aiutati dalla preghiera umile e fiduciosa. “Rinunciando al secolarismo e alla mediocrità, attraverso il nostro incontro con Cristo possiamo, di conseguenza, rinnovare la Chiesa e tutte le dinamiche pastorali e missionarie”.

vaticannews

Precedente Il giro delle 7 chiese del parroco record Don Campidell, il futuro è la collaborazione con i preti sposati Successivo Ecco dove e come Vaticano nasconde i preti pedofili