Pedofilia, arcivescovo australiano condannato ai domiciliari

SYDNEY – L’ex arcivescovo di Adelaide Phillip Wilson ha evitato il carcere per aver occultato gli abusi sessuali a minori di un prete pedofilo nella regione di Newcastle, a nord di Sydney, negli anni 1970. Il magistrato del tribunale locale di Newcastle Robert Stone ha stabilito oggi che Wilson, 67 anni, potrà scontare la pena detentiva di 12 mesi agli arresti domiciliari e non in carcere, in considerazione dell’età, delle sue condizioni mentali e fisiche e dell’assenza di precedenti penali.

CDT.CH