SVOLTA DELL’OMS, LA TRANSESSUALITÀ NON E’ UNA MALATTIA

ansa (ANSA)

‘MIGLIORE ACCETTAZIONE SOCIALE PER L’ACCESSO ALLE CURE’ La transessualità non è più classificata dall’Oms come malattia mentale. ‘L’incongruenza di genere è stata rimossa dalla categoria dei disordini mentali per essere inserita in un nuovo capitolo delle ‘condizioni di salute sessuale’, spiega l’Oms sottolineando che questo potrebbe ‘portare ad una migliore accettazione sociale degli individui’ e, a cascata, ‘migliorare l’accesso alle cure’. L’Arcigay: ‘Ora l’Italia riveda le leggi’