Alitalia nuove divise

Nella combo da sinistra la divisa in verde creata da Mila Schoen nel 1969, quella in rosso presentata nel 2016 e le nuove divise create da Alberta Ferretti, presentate a Milano ,15 giugno 2018

E’ un “accordo commerciale senza esborso finanziario” – come spiegato dal direttore commerciale di Alitalia Fabio Maria Lazzerini – quello stretto tra la compagnia aerea e Alberta Ferretti, che ha presentato a Milano le divise disegnate per hostess e stewart, ma anche una capsule collection ‘see now buy now’ di T-shirt e felpe con il logo del vettore aereo, di cui alcune proposte saranno in vendita già da sabato.

L’occasione dell’anteprima è la sfilata milanese del marchio, con hostess e steward della compagnia di bandiera schierati con le loro nuove divise sullo scalone dell’Arengario, all’ingresso del defilé che apre la fashion week dedicata alla moda uomo.

Nell’accordo tra Alitalia e Aeffe, il gruppo di Alberta Ferretti, c’è infatti proprio la possibilità, per la stilista, di usare il logo del marchio per questa piccola linea. E visto il successo delle proposte see now buy now, che sembrano intercettare il desiderio continuo di novità dei consumatori cresciuti nella bulimia di immagini di Instagram, Lazzerini non nasconde che la capsule della Ferretti possa essere anche un ottimo veicolo di immagine per Alitalia, che sta “cercando di usare l’italianità in modo moderno, perché realizziamo il 60% del fatturato in giro per il mondo”.

Le nuove divise sono tutte in blu, il colore che per Ferretti meglio rappresenta l’Italia, oltre a donare praticamente a tutti. I modelli per lei – spiega la stilista – rispettano la figura senza esasperarla, con spacchi funzionali e dettagli di stile come il nastro in gros grain logato della giacca, il logo all over che trasforma il cardigan, il grembiulino di servizio in jacquard logato che è quasi un abitino. Bandito il cappellino, “decoro superfluo e poco contemporaneo”, così come ogni riferimento al passato e all’ultima, tanto criticata, divisa: “ho pensato solo a come mi piace essere accolta e a come far sentire a suo agio chi indossa questi capi”. E per la prima volta, la stilista si è cimentata anche con capi da uomo: “è stato interessante, ma – conclude – non inizierò a fare collezioni per uomo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

 

Precedente Pensioni: 2 luglio arriva quattordicesima. A circa 3,5 milioni pensionati con redditi inferiori 13.192 euro Successivo Si prepara il ritorno alla Luna, prima i robot e poi l'uomo. Sarà un trampolino per Marte