FURTO DI DATI DAI SOCIAL, SI DIMETTE CAPO SICUREZZA FACEBOOK VERSO PERQUISIZIONE CAMBRIDGE ANALYTICA, RIFLESSI IN ITALIA

Cade la prima testa in seguito al datagate che ha investito Facebook. Si è dimesso il responsabile della sicurezza della sicurezza delle informazioni Alex Stamos, che ha parlato di “disaccordi interni”. Le autorità inglesi e americane vogliono perquisire la sede della Cambridge Analytica, la società di che avrebbe aiutato Donald Trump durante le elezioni del 2016 e favorito la campagna pro-Brexit. Per l’Ue è “inaccettabile l’uso di dati personali presi da Facebook per fini politici”. Riflessi anche in Italia. Michele Anzaldi, del Pd, dice che la società inglese avrebbe lavorato ‘nel 2012 anche per un partito italiano. L’identikit – aggiunge – farebbe pensare alla Lega’.

ansa

Precedente Donne in politica, quasi metà ha subito abusi e violenze Successivo M5S-LEGA STRINGONO SU CAMERE, PD APRE A GOVERNO SCOPO OGGI REGISTRAZIONE ELETTI ALLA CAMERA. CASALEGGIO A ROMA