LAVORO: IN ITALIA 11,7% OCCUPATI A RISCHIO POVERTÀ, UE A 9,6% EUROSTAT, E SALE AL 16,2% PER I LAVORATORI TEMPORANEI

In Italia quasi un occupato su otto a rischio povertà, perché il lavoro, secondo gli ultimi dati Eurostat, spesso non basta a garantire condizioni economiche adeguate. Nel nostro Paese nel 2016 i lavoratori a rischio povertà erano l’11,7%, un dato tra i più alti in Ue (fanno peggio solo Romania, Grecia, Spagna e Lussemburgo) che in media segna un 9,6%. Un rischio che è almeno tre volte più alto nel complesso tra coloro che hanno un impiego temporaneo (16,2%) rispetto a quelli con un contratto a tempo indeterminato (5,8%).

ansa

Precedente DI MAIO RIBADISCE, INTESA SU CAMERE NON RIGUARDA IL GOVERNO 'FIGURE GARANZIA PER ABOLIRE VITALIZI, CRESCE FIDUCIA IN NOI' Successivo VIGILANTE UCCISO A NAPOLI A BASTONATE, PS FERMA TRE MINORENNI HANNO CONFESSATO. VOLEVANO LA SUA PISTOLA PER POI VENDERLA