Ior: condannati Cipriani e Tulli. In sede civile per danni all’Istituto pari a 47 milioni di euro

L’ex direttore generale dello Ior, Paolo Cipriani, e l’allora suo vice Massimo Tulli dimessisi a luglio 2013, sono stati condannati in sede civile dal tribunale vaticano per danni pari a circa 47 milioni di euro per “mala gestione” dell’Istituto Opere di Religione, in particolare in relazione a determinati investimenti. Bisognerà attendere ora le motivazioni della sentenza, il cui deposito è previsto tra circa un mese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Precedente Paolo VI, sì cardinali a miracolo Successivo 71ENNE MUORE COI POLSI LEGATI IN CASA NELL'ALESSANDRINO

Lascia un commento