DECRETO Diocesi: Aversa, sospeso per un anno don Michele Barone

È stato sospeso per un anno dal ministero pubblico il sacerdote don Michele Barone. Lo comunica con una nota la diocesi di Aversa, che annuncia la decisione del vescovo, mons. Angelo Spinillo. Il presule “dopo un tempo di attenta valutazione delle segnalazioni arrivate circa l’operato del sacerdote, che ha turbato gravemente i fedeli in ragione di alcune pratiche di esorcismo, ha ritenuto opportuno il provvedimento”. Il sacerdote di Casapesenna era finito al centro di una polemica per le pratiche che adottava, dopo un servizio della trasmissione televisiva “Le Iene”. Il vescovo nel decreto rende noti i motivi della sospensione. A don Barone viene contestato di essere stato “fonte di grave turbativa presso i fedeli a ragione della pratica di strane preghiere di esorcismi da lui compiuti nei confronti di minori e di persone da lui definite ‘possedute’”. “Nonostante l’ammonizione, don Barone ha continuato a praticare preghiere di esorcismo particolarmente nei confronti di una ragazza minorenne e con serie problematiche personali” e “ha tenuto comportamenti inadeguati allo stato sacerdotale”. La nota si conclude con un invito alla preghiera. “Invitiamo tutti i fedeli a essere uniti intorno a mons. Angelo Spinillo e alla nostra Chiesa in questo tempo di prova”

agensir

Se Libero quotidiano se la prende anche con la satira di Staino per attaccare i preti sposati…

Un vignetta e basta quella di Staino su Avvenire. Il Movimento Internazionale dei Sacerdoti LAvoratori SPosati interviene sul commento-attacco di Libero Quotidiano che riferisce delle affermazioni di “Cooperatores Veritatis”: “Ogni occasione è buona per attaccare indirettamente probabili possibili riforme della Chiesa sul celibato dei preti e sulla riammissione dei preti sposati”.

Sergio Staino su L’Avvenire sta creando grattacapi al quotidiano dei vescovi. protagonisti del disegno sono Gesù e Maria Maddalena, con quest’ultima che chiede al Cristo se gli piaccia il suo nuovo copricapo. Gesù cerca in tutti i modi di dire il falso, ovvero che sì il copricapo è di suo gusto, ma alla fine capitola sbottando in un “è orribile” e ricevendo così un sonoro schiaffone dalla Maddalena. La “striscia” si conclude con Gesù che chiede al Padre il “motivo di questa condanna a dire sempre la verità”. L’articolo sotto riportato è sintomatico (ndr).

—–

A scendere sul piede di guerra sono stati i Cooperatores Veritatis: “Avvenire – scrivono sul loro sito – sta sdoganando da tempo tutto ciò che è contro la Dottrina cattolica. Ma ci si augurava e ci si aspettava, che da Staino potesse giungere un leggero e nascosto ‘timor di Dio’, se non altro per rispetto della Fede altrui… e invece no! Tutta la vignetta semina l’eresia attaccando la castità di Gesù Cristo e la Maddalena. E’ una presa in giro al rapporto coniugale”, scrivono sempre quelli di Cooperatores Veritatis. E ancora:”E’ altamente sacrilega con quello schiaffo a nostro signore Gesù Cristo ridotto ad un ruolo da marito, succube di una Maddalena in preda alla vanità…. Non c’è solo l’eresia e la blasfemia del racconto evangelico e della storia di Gesù e della Maddalena, ma c’è anche la profanazione del corpo di Cristo vero Dio, quando ricevette lo schiaffo durante il falso processo che lo condusse alla morte”.

tratto da Libero Quotidiano

Il vescovo Spinillo e l’arresto di don Michele: “La Curia non sapeva”. Monsignor De Luca tra gossip e documenti: “Mai convocato in Vaticano”

Polemiche, presunti scandali hard, arresti e soprattutto giudizi. Il mondo clericale del Vallo di Diano non sta vivendo certo un periodo sereno. Da una parte le rivelazioni – pro libro – del gigolò Mangiacapra su festini a luci rosse tra preti omosessuali con sette tra parroci e seminaristi della Diocesi di Teggiano-Policastro coinvolti, dall’altra la vicenda che sta toccando il vescovo di Aversa, il santarsenese don Angelo Spinillo. Per quanto riguarda il primo argomento, sta viaggiando anche un presunto comunicato stampa con nomi, cognomi e particolari. Un “documento” che non trova conferme ufficiali e che serve solo per alimentare voyeurismo e gossip.  Il vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, Antonio de Luca ha fatto sapere che “Studierò e valuterò il caso per procedere poi secondo le indicazioni  previste  dalle disposizioni canoniche e civili”. Smentite le voci di una sua convocazione a Roma da parte del Vaticano. E poi c’è la vicenda di Aversa. Questa sì con aspetti penalmente rilevanti (rispetto a quanto rilevato da Mangiacapra. La vicenda di Don Michele Barone i suoi “esorcismi” non autorizzati finita sulla trasmissione “Le Iene” e terminata con l’arresto del sacerdote (insieme ai genitori della tredicenne e a un poliziotto), accusato di violenza sessuale, maltrattamenti e lesioni. Il vescovo di origini santarsenese e molto amato nel Vallo di Diano ha rilasciato una intervista al quotidiano il Mattino. “È una situazione tristissima, della quale nella sua estrema crudezza – abbiamo appreso dagli organi ufficiali e dalla stampa. Una serie di azioni molto gravi di cui non avevamo conoscenza. E questo ci dispiace profondamente”, ha detto tra le altre cose. Nell’intervista rilasciata ad Aldo Balestra, don Angelo ripercorre la vicenda. “La Diocesi non ha mai voluto nascondere nulla”.  Ma il prete al gip – dopo l’arresto – ha accusato il vescovo: “Sapeva tutto”.

italia2tv.it

REPORTER UCCISO, SI DIMETTE MINISTRO CULTURA SLOVACCO

‘NON RIESCO AD IMMAGINARE DI RIMANERE IN CARICA’ Alla luce dell’assassinio del giornalista Jan Kuciak, il ministro della Cultura slovacco Marek Madaric (Smer, democratici sociali) ha annunciato oggi le dimissioni. “Dopo quello che è successo, non riesco ad immaginare di rimanere in carica. La mia decisione è collegata all’assassinio”, ha detto Madaric.(ANSA).

STRAGE A LATINA, CARABINIERE SPARA ALLA MOGLIE E SI SUICIDA TROVATE MORTE FIGLIE DI 14 E 8 ANNI, FORSE UCCISE NEL SONNO

ansa

Luigi Capasso, il carabiniere che stamani aveva sparato alla moglie a Cisterna di Latina, si è suicidato e nell’appartamento sono state trovate morte le due figlie di 8 e 14 anni, che sarebbero state uccise nel sonno. I carabinieri hanno fatto irruzione nella casa, dove l’uomo si era barricato per nove ore con le bambine a quel punto presumibilmente già morte, dopo che si erano interrotte le trattative da circa un’ora. Stamane il militare aveva aspettato la moglie in garage e le ha sparato mentre stava uscendo per andare al lavoro. Sembra che la coppia si stesse separando. La donna, raggiunta da tre colpi, è in gravissime condizioni. Il suo legale, era già stata aggredita.

Arrivo neve su città del Nord,a Roma fiocchi molto probabili

(ANSA) – ROMA, 28 FEB – In arrivo nuove nevicate al Nord, con le precipitazioni più intense che nella notte e domani interesseranno, tra le città, Torino, Cuneo, Genova e Bologna, Parma e Reggio Emilia. Lo rende noto Andrea Giuliacci, meteorologo del Centro Epson Meteo. Sono previsti fiocchi anche a Roma, dove nella notte potrebbero essere imbiancate le parti più alte della città. “La situazione nella capitale – spiega – è al limite per la probabilità di precipitazioni. La neve sarà intervallata a tratti dalla pioggia”. (ANSA).

Maltempo: allerta P. Civile, ancora neve e pioggia sull’Italia

(ANSA) – ROMA, 28 FEB – Nuova allerta meteo del Dipartimento della Protezione Civile: a partire dalla nottata sono attese nevicate fino in pianura sulle regioni centrali, con la quota neve che con il passare delle ore si assesterà ad altitudini più elevate lasciando spazio alla pioggia. Su tutto il centronord Italia, invece, le nevicate interesseranno quote di pianura fino ad almeno venerdì.

L’avviso meteo prevede dunque a partire da stasera deboli precipitazioni nevose fino a quote di pianura e con possibile formazione di ghiaccio al suolo su Umbria, Lazio, Abruzzo, Campania, Molise, Basilicata, Puglia e Calabria settentrionale. Dalla tarda serata si prevedono inoltre nevicate diffuse fino a quote di pianura su Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana e Marche, con apporti al suolo da moderati ad abbondanti e successive estese gelate. il Dipartimento ha anche valutato per domani una allerta gialla per rischio idrogeologico sui bacini centro-meridionali dell’Emilia Romagna, sul settore orientale dell’Umbria, sull’Abruzzo, sul Molise, sulla Sicilia orientale.(ANSA).

Maltempo:ancora neve a nord, ma gelo ha ore contate

(ANSA) – ROMA, 28 FEB – Ha le ore contate l’ondata di gelo siberiano che ha colpito anche l’Italia: dopo aver raggiunto oggi il suo picco, tenderà gradualmente ad attenuarsi, in particolare già domani al Centrosud dove è atteso un sensibile rialzo delle temperature. Al Nord, invece, l’aria fredda persisterà più a lungo e sono previste nevicate tra questa notte e domani. Fiocchi molto probabili anche a Roma, dove dovrebbero essere imbiancate le parti alte della città.

Secondo le previsioni dei meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it, l’arrivo di una perturbazione darà luogo nella notte a nevicate fin su pianure e coste al Nordovest, in Emilia, Toscana e sull’interno del Centro. Saranno imbiancate molte grandi città tra cui Torino, Milano, Bologna, Venezia, Firenze, Ancona, Perugia e Pescara, ma una breve fase nevosa è possibile anche a Roma. Domani la neve cadrà in quasi tutto il Nord, sarà più abbondante in Liguria, in Emilia e sull’Appennino settentrionale. Al mattino sono previste nevicate fino a quote di pianura anche su Toscana, Umbria e Marche, regioni in cui poi nel pomeriggio la pioggia sostituirà la neve. “Le precipitazioni più intense – ha spiegato Andrea Giuliacci, meteorologo del Centro Epson Meteo – si avranno, tra le città a Torino, Cuneo, Genova e Bologna, Parma e Reggio Emilia. “A Roma la situazione – spiega – è al limite per la probabilità di precipitazioni. La neve sarà intervallata a tratti dalla pioggia”.

L’aria mite in arrivo con i venti di Scirocco determinerà – affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo – un sensibile rialzo termico che domani segnerà la fine di questa fase estremamente fredda al Centro-sud, mentre al Nord l’aria fredda intrappolata in Pianura Padana persisterà più a lungo.

La tendenza per l’ultima parte della settimana, secondo i meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it, rimane ancora molto incerta: al momento non si prevede alcun miglioramento del tempo e saranno possibili nuove precipitazioni. Sull’Italia, precisano, continuerà infatti ad affluire aria umida e ci sarà ancora occasione per delle piogge, con il rischio per la giornata di venerdì di neve fino a quote molto basse sulle regioni nord-occidentali. Le temperature, concludono gli esperti di Epson Meteo, gradualmente aumenteranno anche sulle regioni settentrionali, riportandosi su valori più normali per la stagione. (ANSA).

Don Michele Barone nega tutte le accuse durante l’interrogatorio: “Il Vescovo sapeva”

Santa Maria Capua Vetere, Casapesenna (Caserta) – Un interrogatorio di garanzia durato oltre tre ore durante il quale don Michele Barone, il sacerdote ristretto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere da venerdì scorso, ha respinto tutte le accuse ed ha chiesto di tornare in libertà. Barone risponde di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti, ma altri segreti del parroco del tempio di Casapesenna, sospeso per un anno dall’ufficio, potrebbero venir fuori nel corso delle indagini.

Davanti al gip Ivana Salvatore, che ha ordinato l’arresto del prete, del poliziotto Luigi Schettino e dei genitori di una delle ragazze vittima di violenze, don Michele, difeso dal noto avvocato Carlo Taormina, ha affermato che il vescovo della Diocesi di Aversa mons. Angelo Spinillo era a conoscenza dei riti ai quali venivano sottoposte le ragazze. Riti che secondo il prelato non erano esorcismi (Barone non era il sacerdote autorizzato dalla Curia a svolgere queste pratiche) ma atti di purificazione.

Nelle prossime ore saranno interrogati i genitori dell’adolescente “Giada”, nome di fantasia attribuito alla ragazzina nel servizio delle Iene che ha fatto scoppiare il caso.

Caserta Web

CARABINIERE SPARA ALLA MOGLIE SI BARRICA CON LE FIGLIE

ansa
LITE IN STRADA A CISTERNA DI LATINA. LA DONNA E’ GRAVISSIMA Un appuntato dei carabinieri in servizio a Velletri ha sparato alla moglie con la pistola d’ordinanza e poi si è barricato in casa tenendo in ostaggio le figlie. E’ accaduto a Cisterna di Latina. Il militare durante una lite in strada. Sembra che la coppia si stesse separando. La donna è stata trasportata in gravissime condizioni con l’eliambulanza all’ospedale San Camillo di Roma.

AFGHANISTAN: PRESIDENTE GHANI PROPONE TREGUA TALEBANI

ansa

SENZA DI LORO NON E’ POSSIBILE RAGGIUNGERE LA PACE Inaugurando oggi la 2/a riunione del ‘Processo di Kabul’davanti ai delegati di 25 Paesi e organizzazioni internazionali, il presidente Ashraf Ghani ha detto che “la pace non può essere raggiunta senza i talebani”. In un atteso discorso nella capitale afghana, il capo dello Stato ha proposto agli insorti in segno di riconciliazione di unirsi ad un processo che metta fine una volta per tutte al drammatico conflitto in corso. Ghani ha anche aggiunto di essere disposto a negoziare con i talebani un cessate il fuoco.

Don Barone tre ore sotto torchio. Si difende: “Il vescovo sapeva dei miei esorcismi. Sesso? Solo calunnie”

“Ero autorizzato alle pratiche esorcistiche, relazionavo tutto al mio superiore”

“Denuncerò per calunnia le mie accusatrici”. Si è difeso attaccando don Michele Barone davanti al gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Ivana Salvatore, durante l’interrogatorio di garanzia nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Il prete del “Tempio” di Casapesenna, è finito in carcere il 24 febbraio con l’accusa di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti anche su minori, in particolare su una ragazzina di 14 anni con problemi psichici che il prete curava con l’esorcismo.

Don Michele, difeso dall’avvocato Carlo Taormina, ha respinto ogni contestazione nel corso dell’interrogatorio durato più di tre ore, soprattutto per quanto riguarda gli abusi sessuali che avrebbe perpetrato su due ragazze ex adepte. Ha poi rivendicato la legittimità delle sue attività, anche quelle dell’esorcismo nei confronti della minore. “Tutto è accaduto secondo quelle che sono le condizioni ecclesiastiche”, ha ribadito don Michele.

Ma monsignor Angelo Spinillo, il vescovo della Diocesi di Aversa, fin dal primo momento ha detto di non essere a conoscenza di quanto avveniva a Casapesenna e che don Barone non era autorizzato alla pratica dell’esorcismo. “Il vescovo sapeva – ribadisce invece l’avvocato Taormina – era informato man mano che andavano avanti le cose. Parlava con i genitori della ragazza, veniva informato dell’andamento della situazione e mi ha sempre dato tranquillità su tutto ciò che stava accadendo. Noi abbiamo anche contestato la sospensione del sacerdote fatta dal vescovo – aggiunge il legale – nella quale si dice che vi sarebbe stata la sua totale inconsapevolezza. E’ stato fatto presente, invece, che disponiamo di documenti da cui risulta esattamente il contrario. Anche per questo abbiamo richiesto al Gip, Ivana Salvatore, la concessione degli arresti domiciliari a don Michele. In ogni caso, per precauzione, abbiamo già presentato istanza di scarcerazione al tribunale per il Riesame”.

Il Gip, nell’ordinanza aveva fatto riferimento al fatto che quella di don Michele Barone fosse una setta. “Di setta non se n’è fatto un punto di contestazione – dice l’avvocato Taormina – anche perché non ci sono propri questi elementi. Don Michele ha fatto presente che presso la cappella del santuario c’è un gruppo di preghiera che è sempre esistito da molti anni, da quando è stato costruito il santuario, per cui è tutto nell’assoluta regolarità”.

Nell’inchiesta coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, guidata da Maria Antonietta Troncone, sono finiti anche i genitori della ragazzina, Cesare Tramontano e Lorenza Carangelo, e Luigi Schettino, il dirigente di polizia di Caserta che cercò di convincere la sorella maggiore della ragazzina a ritirare la denuncia nei confronti del prete. “L’esposto fatto dalla giovane alla polizia è un punto molto importante – afferma ancora il legale di don Michele – perché non c’è nessun riferimento a violenze o a cose del genere di cui avrebbe parlato solo la trasmissione delle “Iene”. Perciò non c’era una ragione affinché don Michele potesse premere per ritirare quell’esposto perché era assolutamente innocuo dal punto di vista penale”. Don Michele Barone, in attesa della decisione del Gip, per la richiesta di arresti domiciliari, è ancora in isolamento, separato dagli altri detenuti. Un provvedimento che di solito viene adottato per coloro che sono accusati di reati di violenza sessuale. “Nel caso specifico – dice l’avvocato Taormina – il suo isolamento è dovuto al fatto che è un sacerdote. Come l’ho trovato? molto amareggiato, ma anche molto reattivo”.

Intanto L’avvocato Fabio Rizzetto di Montebelluna, scrive a “Repubblica” per far sapere che “L’albergo Medjugorie Hotel & Spa non è di proprietà di don Michele Barone”. Lo fa in nome e per conto della “Granmir & Co d.o.o corrente in Citluk iz Bijakovica (BIH)”, proprietaria della struttura alberghiera. “La proprietà e il personale dell’Hotel Medjugorie Hotel & SpA – aggiunge l’avvocato – nulla hanno a che vedere con gli scellerati comportamenti asseritamente posti in essere all’interno della struttura da don Michele Barone e colgono l’occasione per esprimere solidarietà e vicinanza alle presunte vittime degli abusi”.

repubblica.it

MALTEMPO: OGGI IL PICCO DEL GELO. GARANTITO 80% CORSE AV

ansa

TRENI ANCORA NEL CAOS. A MILANO MUORE UN CLOCHARD Oggi il picco del gelo siberiano, con minime di -6/7 gradi in pianura: da giovedì temperature in aumento. Neve a Napoli e di nuovo a Roma giovedì mattina. Rfi garantisce per oggi l’80% delle corse Alta velocità sulla Napoli-Roma-Milano e il 70% di quelle regionali del Lazio. Ma Trenitalia cancella 43 treni e Italo conferma soppressioni. Previsto un ulteriore potenziamento tecnologico di Roma Termini all’interno del programma di investimenti pari a 100 milioni per i principali nodi metropolitani. Scuole chiuse anche domani, mentre a Roma riapriranno. A Milano muore un senzatetto.

PYONGYANG HA INVIATO A SIRIA FORNITURE PER ARMI CHIMICHE  L’INFERNO SIRIANO, ‘ABUSI SESSUALI IN CAMBIO DI AIUTI’

ansa

La Corea del Nord ha inviato forniture al governo siriano che potevano essere usate per la produzione di armi chimiche, affermano alcuni esperti dell’Onu. Abusi sessuali da parte di operatori umanitari nei confronti delle donne siriane in cambio di cibo ed altri aiuti. La denuncia choc è di una cooperante, Danielle Spencer, che accusa l’Onu e altre ong di aver deciso di ‘sacrificare il corpo delle donne’. Violata la tregua a Ghuta.

Scandalo prete hot, don Michele accusa il vescovo: “Sapeva tutto”

Don Michele Barone, il prete di Casapesenna che con la scusa di esorcizzare le ragazzine ne abusava, dopo il filmato trasmesso da Le Iene, ha deciso di rilasciare alcune dichiarazioni. Il sacerdote è accusato di violenza su minori e a testimoniare sono state proprio le ragazzine che hanno subito la violenza. Nell’interrogatorio dinnanzi al gip Ivana Salvatore, secondo quanto riporta la testata giornalistica Il Mattino, don Michele ha accusato anche il vescovo della diocesi di Aversa Mons. Angelo Spinillo. “Sapeva tutto degli esorcisimi“, avrebbe dichiarato il sacerdote accusato di aver abusato sessualmente di due ragazze tra cui una minorenne. Ha pertanto respinto le accuse e ha chiesto la scarcerazione.

Contro il prete però ci sono le testimonianze delle vittime, le accuse di chi sapeva quello che avveniva. Nel servizio delle Iene il prete viene anche accusato di essersi appropriato dei soldi dei fedeli attraverso l’organizzazione dei pellegrinaggi a Lourdes e Mediugorje. Agghiaccianti le dichiarazioni di una ragazza di 30 anni che ha rivelato:

“Don Michele mi “benediva” tutti i giorni. Alzava la mia maglia, mi sbottonava il reggiseno e i pantaloni facendomi restare quasi nuda davanti agli adepti, circa 1500 persone. Mi toccava il seno, i glutei e l’inguine per farmi venire il ciclo mestruale. Mi prescriveva le flebo di glucosio e mi ordinava di fare il bagno. Poi, quando ci recavamo in pellegrinaggio a Mediugorje, a Lourdes e a Fatima, io dormivo con lui. Io da un lato e un’altra ragazza con il perizoma dall’altro. Lui sempre al centro“.

Altre due ragazze si sono presentate in Procura di Santa Maria Capua Vetere e hanno parlato al dal pm Alessandro Di Vico, il sostituto che ha impresso un’accelerata all’indagine iniziata già nel 2017. Inchiesta che rischiava di finire insabbiata dal poliziotto Luigi Schettino del commissariato di Maddaloni, arrestato anche lui. “Ho praticato sesso orale a don Michele a Medjugorje“, ha confessato un’altra vittima.

vocedinapoli.it

Il prete esorcista al gip nega tutto e accusa il vescovo: «Sapeva tutto»

È arrivato per don Michele Barone il momento di potersi difendere. L’interrogatorio di garanzia del sacerdote, a cinque giorni dall’arresto, è stata l’occasione per rilanciare la palla verso la Diocesi che, dopo il suo arresto, si è ritrovata al centro di una bufera mediatica e lo ha scaricato. Don Barone accusa il vescovo di Aversa. Al gip ha detto che quei riti non erano esorcismi ma «preghiere di purificazione» e che «monsignor Spinillo ne era al corrente».

Il Mattino

Napoli, incontri hard tra preti gay: il dossier in Vaticano

Tra i casi citati con nomi e cognomi anche quelli di due alti prelati che frequentano il Vaticano e quello di un sacerdote legato da amicizia a una star italiana della musica pop. Ieri comunque sul dossier-scandalo è intervenuto il cardinale Crescenzio Sepe: «Napoli non c’entra. Ci sarebbero due sacerdoti di cui nei fatti non conosco nomi e cognomi — ha affermato — Si è voluto utilizzare Napoli come ufficio postale. Ci sono tante diocesi È stata scelta Napoli — ha aggiunto — probabilmente perché questo signore (Mangiacapra, ndr) abiterebbe a Napoli e quindi per lui era più facile consegnarlo qui. Napoli di fatto non c’entra, nel senso che trattandosi di diverse Diocesi — ha argomentato Sepe — io come vescovo di Napoli non ho competenza con nessun’altra diocesi e ognuno si prenda la sua responsabilità».
Il cardinale non si è detto preoccupato «ma indignato. Per colpa di qualcuno – ha affermato – si cerca di dipingere il volto della Chiesa come sporco per tutti. Ma io dico e parlo di Napoli ci sono circa mille sacerdoti che lavorano, si sacrificano con entusiasmo. Sono la stragrande maggioranza che lavorano nel Cristo e nella chiesa con bene enorme, un bene immenso. E poi ce ne sono alcuni che tradiscono la propria vocazione, la propria missione, infangando e violentando il volto della Chiesa. Per chi sbaglia c’è da pagare per quanto male hanno potuto fare e stanno facendo alla Chiesa. Eppure — ha tenuto a sottolineare Sepe — guardando al passato la chiesa di Napoli, «non è stata indulgente nei confronti di chi ha sbagliato. Laddove sia accertato — ha affermato — con assoluta sicurezza che qualcuno ha commesso qualche reato, non è questione di misericordia oppure no, è questione di giustizia. Chi sbaglia paga — ha concluso — affinché pagando possa redimersi e evitare di fare il male che ha già fatto fino adesso. Tutta la documentazione sarà inviata alle autorità competenti in Vaticano. Qualora i fatti fossero accertati ci sono delle misure molto chiare, precise, che verranno prese». L’ex escort Mangiacapra ieri ha replicato alle parole del presule: «A consegnare il dossier non è stato un signore anonimo, ma una persona che si è identificata e che fortemente rivendica la paternità della propria denuncia. Non si tratta di un attentato alla parte integra della chiesa della cui esistenza nessuno ha dubbi, ma un tentativo di sollevare il velo dell’ipocrisia da chi si nasconde al riparo di una tonaca».

Prete gli nega la comunione da 10 anni perché risposato, la protesta di un consigliere di Licata

LICATA. Niente eucarestia da più di dieci anni, la sua colpa è quella di aver divorziato ed essersi poi risposato. Per l’ennesima volta Angelo Vincenti, consigliere comunale di Licata ed ex presidente del consiglio comunale, si è visto negare l’eucarestia da parte di don Tobias Kuzeza, parroco della chiesa di Sant’Agostino. La sua vicenda viene raccontata sul Giornale di Sicilia in edicola in un articolo di Alan David Scifo.
«Per l’ennesima volta ho visto che non era Gesù che si allontanava da me – ha dichiarato Vincenti – ma la volontà di un uomo che in virtù del suo giudizio e della tonaca che indossava, aveva deciso che non meritavo di ricevere il corpo di Cristo. Ho trattenuto le lacrime perché mi è stata negata la salvezza dell’anima e dello spirito e non c’è cosa peggiore che vedere l’ostia consacrata venire immersa nel sangue di Cristo, vederla avvicinare alla tua bocca e poi rimetterla nel calice».
Lo stesso Vincenti ricorda che dal 2016 Papa Francesco ha aperto a coloro che sono risposati e desiderano prendere l’eucarestia. «Ai divorziati che vivono una nuova unione è importante far sentire che sono parte della Chiesa», ha scritto il Pontefice nell’esortazione apostolica Amoris Laetitia.

Giornale di Sicilia

L’avvocato Rizzetto: “L’albergo Medjugorie Hotel & SpA non è di proprietà di don Barone”

“L’albergo Medjugorie Hotel & SpA non è di proprietà di don Michele Barone”.  L’avvocato Fabio Rizzetto scrive a Repubblica in nome e per conto della “Granmir & Co d.o.o corrente in Citluk iz  Bijakovica (BIH)”,  proprietaria della struttura alberghiera di cui ha parlato una ragazza nella testimonianza resa davanti al pm della Procura di Santa Maria Capua Vetere che sta indagando sulla vicenda dei presunti abusi sessuali commessi da don Michele Barone, il prete di Casapesenna.

La testimone, come riportato da un articolo di “Repubblica”, ha raccontato ai magistrati degli abusi perpetrati dal sacerdote ai danni di alcune sue adepte, consumati anche all’interno dell’albergo di Medjugorie che – ha detto la giovane – sarebbe stato di proprietà di don Barone, circostanza smentita dalla proprietà.

“La vera società proprietaria dell’Hotel Medjugorie Hotel & SpA – scrive l’avvocato Rizzetto –  nega di aver mai intrattenuto o intrattenere rapporti societari e/o commerciali con don Barone che risulta aver soggiornato presso la struttura solamente come un cliente qualsiasi. La proprietà e il personale dell’Hotel Medjugorie Hotel & SpA – aggiunge l’avvocato – nulla hanno a che vedere con gli scellerati comportamenti asseritamente posti in essere all’interno della struttura da don Michele Barone e colgono l’occasione per esprimere solidarietà e vicinanza alle presunte vittime degli abusi”.

repubblica.it

Scandalo esorcismo, Don Michele Barone accusa il vescovo Spinillo: “Sapeva tutto”

CASAPESENNA – Arrivano le prime dichiarazioni di don Michele Barone, il sacerdote arrestato dopo il filmato alla trasmissione televisiva Mediaset Le Iene. Il prete è accusato di violenza sessuale a danni di minori.

Nell’interrogatorio dinnanzi al gip Ivana Salvatore, secondo quanto riporta la testata giornalistica Il Mattino, don Michele ha accusato anche il vescovo della diocesi di Aversa Mons. Angelo Spinillo, dicndo che il religioso sapeva tutto degli esorcismi e che erano atti di purificazione.

Il prete di Casapesenna, accusato di avere abusato sessualmente di due ragazze tra le quali una minorenne, ha anche quindi respinto le accuse ed ha chiesto di essere scarcerato.

ilmeridianonews

Esorcismi e abusi, don Michele Barone accusa il vescovo: «Sapeva tutto»

«Il vescovo Angelo Spinillo sapeva degli esorcismi che tali non erano, ma si trattava solo di pratiche di purificazione»: così don Michele Barone si è difeso nel corso dell’interrogatorio di garanzia che si è tenuto questo pomeriggio dinanzi al gip Ivana Salvatore che cinque giorni fa ha firmato l’arresto del prelato, di un poliziotto e dei genitori di una giovane vittima.

Il prete di Casapesenna, accusato di avere abusato sessualmente di due ragazze tra le quali una minorenne, ma anche di maltrattamenti e lesioni ha respinto tutte le accuse e ha chiesto di essere scarcerato.

ilmattino

Maltempo: nuovo avviso Protezione Civile per neve

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – Quella di oggi sarà un’altra giornata caratterizzata da temperature rigide e precipitazioni nevose fino a bassa quota che insisteranno anche sul meridione. L’aria fredda di origine artica che ha raggiunto l’Italia in questi giorni, infatti, continuerà a determinare condizioni di maltempo di stampo prettamente invernale. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi. L’avviso prevede il persistere di nevicate fino a quote di pianura su Basilicata e Calabria settentrionale. Neve, inoltre, al di sopra dei 200-400 metri sul resto della Calabria, con apporti al suolo da deboli a moderati. (ANSA).

Malattie rare: Iss, in Italia 42mila nuovi casi in due anni

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – Salgono a 250.000 i malati rari censiti in Italia dall’apposito Registro Nazionale e, di questi, quasi 42.000 sono i nuovi casi registrati in due anni. Alla vigilia della Giornata Mondiale delle Malattie Rare, a renderlo noto è l’Istituto Superiore di sanità (Iss) in un articolo pubblicato sul portale, in cui si aggiornano le stime sulla base delle segnalazioni raccolte fino al 31 dicembre 2016. Il Registro Nazionale Malattie Rare, che censisce solo le malattie riconosciute dai Livelli Essenziali di Assistenza, conta ad oggi 250.116 malati (il precedente aggiornamento ne riportava 195.452), di cui 41.920 riferibili al biennio 2015/16. Un aumento frutto dell’ampio lavoro di ricerca e sensibilizzazione, oltre che al miglioramento delle tecniche diagnostiche. Tanti restano però ancora i malati senza diagnosi. Le patologie con maggiore frequenza sono le malattie del sangue e degli organi ematopoietici (15,3%), seguite dalle malformazioni congenite (11,3%) e dalle malattie dell’occhio (11,1%), le neuromuscolari (8,9%) e neurologiche (8,5%).(ANSA).

Domani picco gelo, a Sud weekend con 15 gradi in più

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – E’ previsto per domani il picco del gelo siberiano, con temperature minime che toccheranno i -6/7 gradi in pianura. Da giovedì pomeriggio, infatti, le temperature cominceranno ad aumentare, con la neve che si trasformerà gradualmente in pioggia. Al Sud, nel weekend, sono previste massime di 18-20 gradi, almeno 15 in più di questi giorni. E a Roma resta confermata la possibile nevicata di giovedì mattina. Le previsioni sono di Bernardo Gozzini, direttore del Consorzio Lamma-Cnr. Il cambiamento del tempo, spiega, darà le sue prime avvisaglie domani pomeriggio con la modifica “della circolazione dell’aria fredda, che richiamerà una perturbazione dall’Atlantico. Questa avrà come effetto un graduale e lento rialzo delle temperature, che si riporteranno nelle medie del periodo”. A seguito della perturbazione si potranno comunque avere nevicate, tra giovedì e venerdì, su costa toscana e ligure, ma anche in Pianura Padana, Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e in Friuli (nella notte fra mercoledì e giovedì e nella mattinata di giovedì). Tra le grandi città, la neve cadrà a Firenze (che già giovedì mattina sarà imbiancata), mentre è probabile a Milano e Torino. Anas, Autostrade, Ferrovie ed Aeroporti sono pronte, in caso di precipitazioni, a mettere in campo il loro piano anti-neve.

Da giovedì pomeriggio, con l’aumento delle temperature, la neve tenderà a trasformarsi in pioggia. “La colonnina di mercurio – aggiunge il direttore del Consorzio Lamma-Cnr – si riallineerà domenica su valori normali per il periodo. Le massime saranno di 8-10 gradi, le minime anche sopra lo 0. Al Sud, dove l’afflusso di aria sarà ancora più caldo, avremo temperature massime di 18-20 gradi”. Un’escursione termica che potrà costituire un problema soprattutto per anziani e bambini che hanno sistemi di termoregolazione non ottimali.

Maltempo: Rfi, domani garantito 80% corse Alta velocità

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – Garantito per domani l’80% delle corse Alta velocità sulla direttrice Napoli-Roma-Milano e il 70% delle corse regionali del Lazio. Lo rende noto Rfi, “alla luce del bollettino meteo emanato dalla Protezione Civile”, secondo cui “permane lo stato di emergenza grave per gelo nell’area e nel nodo ferroviario di Roma”.

In particolare, si legge in una nota, “per la giornata di domani sarà garantito l’80% dei treni alta velocità; le imprese ferroviarie attraverso i loro canali di comunicazione renderanno note ai propri clienti le corse cancellate e le soluzioni di viaggio alternative”. Sul fronte del trasporto regionale, poi, “nel Lazio l’offerta dei servizi passerà dal 50% dei treni circolati oggi al 70%”.

La riduzione si rende necessaria, spiega Rfi, “stante le previsioni di un forte abbassamento termico, per consentire un più contenuto utilizzo dell’infrastruttura a garanzia di una sua maggiore e continua efficienza, in special modo nei punti nevralgici di Roma Termini e del nodo di Roma”.

Rfi renderà noti gli aggiornamenti sulla situazione in corso e le misure previste per i prossimi giorni. (ANSA).

RENZI, ‘SE PD PERDE NON FARO’ PASSO INDIETRO’

ansa

M5S GOVERNERA’ SE AVRA’ NUMERI. DI MAIO, SARA’ BALLOTTAGGIO “Non ci sarà nessun passo indietro”. Così Matteo Renzi a chi gli domanda se sarebbe pronto a dimettersi da segretario in caso di sconfitta. E poi, a Matrix, il segretario del Pd dice: Se Di Maio avrà i numeri per governare, il Pd farà l’opposizione… Ma i voti o te li danno gli italiani o non governi”. Intanto, il il candidato premier del M5s definisce quello al Pd ‘un voto sprecato’ e annuncia: “Il 4 marzo sarà un ballottaggio: da una parte c’è il centrodestra e dall’altra ci siamo noi. Il centrosinistra è finito. Il voto a loro è un voto a Berlusconi”. Renzi propone l’assunzione di 10.000 carabinieri e poliziotti per un maggior controllo del territorio.

ITALIA NELLA MORSA DEL GELO, DA GIOVEDI’ NUOVA PERTURBAZIONE

ansa

RISCHIO SCUOLE CHIUSE A ROMA PER 9 GIORNI, RAGGI RIENTRATA Dopo la neve, le previsioni meteorologiche parlano di temperature in ulteriore calo in tutta Italia fino a stamani, mentre nella capitale le scuole rimarranno chiuse anche oggi. Ma il già lungo week end in occasione del voto del 4 marzo potrebbe dilatarsi ancora: tra neve ed elezioni c’è il rischio che le scuole romane che ospitano seggi elettorali restino chiuse per 9 giorni. La sindaca Virginia Raggi torna al lavoro stamani dopo il rientro anticipato dal Messico mentre Salvini attacca: “Roma bloccata da 10 cm di neve, neanche fossimo in Siberia”. Attesa una nuova perturbazione giovedì con neve al Nord e nelle zone interne del centro, forse anche a Roma.

DRAGHI, LA RIPRESA UE E’ SOLIDA MA L’INFLAZIONE NON CONVINCE

ansa

PRESIDENTE BCE, ‘ATTENZIONE A INCERTEZZA E VOLATILITÀ CAMBI’ La crescita nell’Eurozona è robusta ma “allo stesso tempo l’inflazione deve ancora mostrare segnali più convincenti di un aggiustamento verso l’alto”, ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, in un’audizione alla Commissione affari economici del Parlamento europeo. Per Draghi “la recente volatilità nei mercati finanziari, specie nel tasso di cambio, merita particolare attenzione”. Oggi in calendario il rapporto annuale della Bundesbank presentato dal presidente Jens Weidmann, tra i papabili a succedere a Mario Draghi alla guida della Bce.

ARRESTATO PRESIDENTE COMUNITÀ DI MINORI, MOLESTAVA I RAGAZZI

ansa

A TRIESTE, ANCHE PER MALTRATTAMENTI E USO DI ALIMENTI SCADUTI Avrebbe maltrattato i minorenni ospiti della comunità, con alcuni dei quali avrebbe anche tentato approcci sessuali, il presidente di una comunità per minori della provincia di Trieste, messo agli arresti domiciliari, con l’accusa anche di aver imposto che venissero serviti alimenti scaduti nella struttura e di aver avuto una condotta vessatoria nei confronti di una ex dirigente.

MONICA LEWINSKY 20 ANNI DOPO SCANDALO CASA BIANCA

ansa

L’EX STAGISTA 44ENNE PARLA DI ‘ABUSO DI POTERE’ A vent’anni dal sexy scandalo che travolse la Casa Bianca di Bill Clinton, torna a parlare Monica Lewinsky, la stagista che ebbe una relazione con l’ex presidente degli Stati Uniti. E alla luce del movimento #MeToo che si batte contro le molestie sessuali, intervenendo su Vanity Fair parla di “abuso di potere”. E del suo sforzo per riesaminare all’età di 44 anni la vicenda che ha sconvolto la sua vita, compresa la difficile questione del consenso tra lei, allora giovanissima ragazza che faceva uno stage, e uno degli uomini più potenti della Terra.