CORTE STRASBURGO, LECITO USO DI GESU’ E MARIA IN PUBBLICITA’

ansa

MULTA INFLITTA AD AZIENDA LITUANA VIOLA LIBERTA’ ESPRESSIONE La Corte europea dei diritti umani legittima e difende l’uso di simboli religiosi nelle pubblicità, e condanna la Lituania per aver multato un’azienda che si è servita di Gesù e Maria su poster e internet per vendere vestiti. Secondo i giudici la multa inflitta per aver “offeso la morale pubblica” ha violato il diritto alla libertà d’espressione dell’azienda.
LaRedoute

Precedente SCOPERTA ARMA DI PRECISIONE CHE CAMBIA SOLO IL DNA MALATO Successivo “L’anima in fabbrica”: storie e lotte dei preti operai

Lascia un commento