Funziona su strada e in acqua la city car elettrica Fomm

ROMA – Dopo aver presentato un prototipo non funzionante completamente nel 2014, Hideo Tsurumaki – un ex progettista di Toyota che era stato ‘colpito’ dai danni e dai problemi creati dallo tsunami del 2011 – ha ora messo su strada, o meglio fatto scendere in acqua, la sua auto elettrica Fomm. La brillante idea di Tsurumaki è infatti quella di realizzare e mettere in vendita una piccola quattro posti a propulsione interamente elettrica (quindi adatta alla caotica circolazione nelle megalopoli asiatiche) e in grado di muoversi agevolmente anche in caso di allagamento delle strade, un fenomeno che è frequente nel comparto asiatico.

Costruita in Thailandia nell’ambito di un programma che prevede l’obiettivo di raggiungere le 10mila unità nel primo anno a pieno regime, la Fomm ha 3 porte ma spazio interno sufficiente per quattro persone (di taglia orientale) e un sistema di propulsione elettrica che permette di raggiungere gli 80 km/h di velocità massima con un’autonomia di 160 km tra una ricarica e l’altra. Tsurumaki – che in Toyota aveva diretto il progetto di una piccola monoposto elettrica – in una recente intervista ha precisato che la Fomm non è un vero e proprio veicolo anfibio, in quanto non dispone di un sistema di propulsione in navigazione. La progettazione di questa compatta city car elettrica ha invece puntato a permettere il movimento anche in acque alte e una discreta capacità di galleggiamento proprio per affrontare in emergenza – come un tipico allagamento da pioggia monsonica – anche una strada impraticabile per altri mezzi a benzina, gasolio e soprattutto a batteria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

 LaRedoute

Precedente Arriva l'app che ti consegna la spesa direttamente in auto Successivo Il colosso di Ramses II trasferito a nuovo museo

Lascia un commento