In vendita su eBay chiesa di Sassi dei Frati a Torino. Per non cederla si offrono i preti sposati

L’annuncio sui siti di tutta Europa, 850 mila euro per la prebenda citata già nel 1584 ed ora di proprietà dei frati Cappuccini: “Non possiamo più permettercela”. Raccolgono la notizia i preti sposati del Movimento Internazionale dei sacerdoti lavoratori sposati. “Siamo pronti a gestire la Chiesa. I Frati evitino di far cassa con la vendita delle chiese.

 

Precedente Sepe supera l’ostacolo pedofilia, il Papa lo conferma all’Arcidiocesi di Napoli Successivo Non ha i soldi per pagare l’affitto, la Chiesa lo sfratta

Lascia un commento