Buco da 20 mln, imputazione per 3 frati. Gip a pm, chiedere processo per ex amministratori Frati Minori

(ANSA) – MILANO, 09 GEN – La Procura di Milano dovrà chiedere il processo per appropriazione indebita per tre frati, ex amministratori di tre enti dei Frati Minori, nell’inchiesta su un ammanco nelle casse dei francescani da circa 20 milioni di euro. Lo ha deciso il gip Maria Vicidomini non accogliendo la richiesta di archiviazione, a cui si era opposta la Casa Generalizia dell’Ordine dei Frati Minori, e disponendo l’imputazione coatta. L’inchiesta vedeva indagato anche un “sedicente investitore-fiduciario”, Leonida Rossi, poi morto suicida.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Precedente BALZO DEGLI OCCUPATI A NOVEMBRE, MAI COSI' DA QUARANT'ANNI Successivo Gommone affonda a largo Libia,'50 morti'

Lascia un commento