Etiopia: libertà per detenuti politici

(ANSA-AP) – ADDIS ABEBA, 3 GEN – Il primo ministro dell’Etiopia ha annunciato che tutti i prigionieri politici verranno rilasciati, per “allargare a tutti lo spazio democratico” e promuovere il dialogo.
Le dichiarazioni del premier Hailemariam Desalegn sono arrivate, a sorpresa, dopo le proteste antigovernative che negli ultimi mesi si sono verificate nelle regioni di Oromia e Amhara, che hanno provocato il blocco di aziende, università e trasporti. Tra i detenuti politici, ci sono anche i leader dell’opposizione Bekele Gerba e Merara Gudina.
Il premier ha annunciato anche che sarà chiuso il famigerato campo di prigionia di Maekelawi, dove sarebbero state condotte torture per estorcere confessioni ai detenuti. Il campo sarà trasformato in un museo. La protesta dei gruppi di opposizione e per la difesa dei diritti civili avrebbe provocato centinaia di morti e decine di migliaia di arresti. Tanto che le autorità hanno proclamato un lungo periodo di stato di emergenza, in seguito revocato.

 

Precedente Cisgiordania: ucciso un adolescente Successivo Ebrei, via nome V.Emanuele III da scuole

Lascia un commento