Pedofilia si batte con i preti sposati: Papa Francesco li rifiuta e perdona il pedofilo don Inzoli

Il Movimento Internazionale dei sacerdoti lavoratori sposati deluso dalle dichiarazioni di Papa Francesco. Pedofilia: Papa Francesco drastico e nettissimo, ma non arriva alla radice Manca la domanda giusta, ossia perché esiste tale reiterazione, perché il fenomeno è così vasto e drammatico.

Roma, (informazione.it – comunicati stampa – varie) A partire da un commento apparso su “lindro.it” i preti sposati esprimono la loro preoccupazione per la mancata riforma della Chiesa Cattolica.

Eppure, manca la domanda giusta, ossia perché esiste tale reiterazione, perché il fenomeno è così vasto e drammatico, fino a essere oramai percepito come ‘culturale’ all’interno della chiesa. Se quella domanda venisse posta si arriverebbe alla conclusione che i criteri di selezione dei consacrati sono pressoché fallimentari e determinate conseguenze ne sono il logico precipitato. Una contraddizione che è destinata ad aggravarsi, fino a quando non si smetterà di giocare col celibato che, oltre a essere insostenibile per i soggetti e inesistente di fatto, impedisce alla Chiesa di pescare i candidati al sacerdozio in un oceano potenzialmente enorme, accontentandosi di uno stagno.

Pedofilia si batte con i preti sposati: Papa Francesco li rifiuta e perdona il pedofilo don Inzoli

Lascia un commento