IRAQ: 1.300 DONNE E BIMBI DI COMBATTENTI ISIS DETENUTI A NORD

ansa

DA 14 PAESI, IN GRAN PARTE DA ASIA CENTRALE, RUSSIA E SIRIA Oltre 1.300 tra donne e bambini, tutti legati a combattenti dell’Isis, sono detenuti dalle autorità irachene in un campo per sfollati a nord del Paese: lo hanno reso noto funzionari iracheni. 1.333 persone provenienti da 14 Paesi che si sono arrese alle forze curde alla fine di agosto, dopo che i soldati iracheni avevano ripreso il controllo della città di Tal Afar, vicino a Mosul. Secondo i funzionari, le donne e i bambini non saranno accusati di alcun reato e verranno rimpatriati nei loro paesi di origine. Gran parte di loro provengono dall’Asia centrale, dalla Russia e dalla Siria.

Lascia un commento