ALTRI 180 MIGRANTI SCARICATI IN MARE, 50 DISPERSI

ansa

RESPINTI 700 MIGRANTI, TENTAVANO NUOVO ASSALTO A MURO CEUTA Ancora violenze sui migranti da parte degli scafisti al largo dello Yemen: almeno 180 persone sono state costrette a gettarsi in mare dal barcone su cui viaggiavano. Finora sono stati recuperati 5 corpi, ma circa 50 persone sono disperse, come riferisce in un comunicato l’Oim, l’agenzia dell’Onu per le migrazioni. L’episodio segue quello di ieri, sempre nella stessa zona, in cui almeno 50 migranti sono morti affogati, lasciati annegare dallo scafista che li stava trasportando. Le Nazioni Unite fanno sapere inoltre di aver salvato, da aprile, almeno 1000 persone abbandonate nel Sahara dai trafficanti. Questa mattina invece circa 700 migranti subsahariani hanno tentato senza successo un assalto in massa al ‘muro’ che separa l’enclave spagnola di Ceuta dal territorio marocchino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*