La chiesa in bicicletta. La suora Indurain e l’insegnamento di Bartali e Don Camillo

Orio Vergani che si stupisce per i preti sulle strade del Giro, Bartali che lo corregge sottolineando il contributo dei sacerdoti nella ciclistizzazione dell’Italia. E quel video della monaca in bici

Era il 1936 e Orio Vergani al seguito del Giro d’Italia annotava con stupore una novità che avrebbe accompagnato il Belpaese per almeno un ventennio: “Non si è mai visto un Giro con tanti preti venuti sulla soglia della chiesa magari con una bandierina in mano. Un Giro con tanti fraticelli che aspettavano pazientemente sotto gli alberi. Un Giro con tanti seminaristi allineati sui viali fuori porta e con tante monache che portavano fuori dal cancello della loro scuoletta le bambine che battevano le mani anche loro. Questo è un Giro di credenti”. Gino Bartali a zompettar in salita sulle pedivelle con il crocifisso al collo dominava la Corsa rosa e sfidava come nessun sportivo aveva mai fatto il regime fascista. Parlava di Dio e di preti, con Dio e con i preti e vinceva, ringraziando la Madonna per l’intercessione. Il Partito? Non pervenuto nelle sue parole. Il Duce? Mai neppure citato. Era uomo di fede Ginettaccio e per lui la politica era azione, ma cattolica, e gesto ispirato e sociale, ma ecclesiastico non nazionale. Parlava anche con Orio Vergani e non risparmiava critiche: “Non è il Giro ad aver portato i preti sulle strade, ma la chiesa ad aver permesso ai ragazzi di raggiungere le strade del Giro”, disse l’8 giugno al giornalista del Corriere della Sera.

Preti in bicicletta come Don Camillo uscito dalla penna e dall’immaginazione di Giovannino Guareschi. La faccia per tutti è quella di Fernandel, la storia però è altra ed è reale, intersezione letteraria tra don Camillo Valota, partigiano della seconda guerra mondiale e detenuto nei campi di concentramento di Dachau e Mauthausen, e don Ottorino Davighi, parroco di Polesine Parmense conosciuto personalmente dallo scrittore. Loro come altri, come moltissime tonache nere che scorrazzavano tra le campagne italiane e che cercavano, per quanto possibile, di dar ai giovani una prospettiva di futuro. Un futuro che, perché no, poteva anche essere a pedali.

“Che i giovani pedalino via dalla povertà, come fece Bottecchia”, diceva mons. Romano Citton che a Roncade, in provincia di Treviso prendeva vecchie biciclette e ci metteva in sella i ragazzini. Poi creò una squadra ciclistica a Treviso per farli correre, nonostante il parere contrario del gerarca fascista del luogo. Scoprì Antonio Bevilacqua, velocista eccellente, undici vittorie al Giro tra il 1946 e il 1953 e l’impresa alla Parigi-Roubaix del 1951, solo a mani alzate al traguardo dopo aver domato il pavé e staccato Louison Bobet e Rik van Steenbergen, che sulle pietre avevano scritto una parte consistente della propria storia ciclistica.

E poi più giù, che era Toscana, che ancora Gino Bartali e qualche anno prima, che era don Lorino della chiesa di San Paolino a Firenze e le sue storie di eroi in bicicletta e di biciclette donate alla chiesa da un ricco devoto e poi distribuite a chi ne aveva bisogno. Per lavorare, mica per diletto, ma tanto bastò a Ginettaccio per inforcarne una e iniziare a pedalare.

Non era passato nemmeno un ventennio da quando Papa Pio X inviò all’Arcivescovo di Ferrara, Giulio Boschi, Presidente dei Vescovi dell’Emilia Romagna un lettera nella quale chiedeva ai vescovi di denunciare quei sacerdoti che utilizzavano la bicicletta per i loro spostamenti perché “è tempo veramente di finirla con questo abuso tanto indecoroso per il clero”. E tutto era cambiato. Il paese si muoveva a rilento e la chiesa provava a pedalarlo.

Storie di quasi un secolo fa di tonache nere che si muovono al vento. Come quelle della suora spagnola che sulla strada del Cammino di Santiago de Compostela vola in discesa come un Nibali qualsiasi, sdraiata a ricercar l’aerodinamicità.

ilfoglio

Addetto dà un pugno a passeggero Easyjet con un bambino in braccio

Un impiegato ha sferrato un pugno ad un passeggero, in fila al check-in per un volo Easyjet, con un bambino in braccio all’aeroporto di Nizza. L’episodio è venuto alla luce perche’ un altro dei passeggeri in coda per il volo diretto a Londra, in ritardo di ben 14 ore, ha scattato una foto e l’ha messa in rete. “L’uomo con il bambino si è avvicinato all’impiegato e gli ha detto qualcosa. Lui non ha risposto, ha fatto un sorrisetto e poi gli ha mollato un pugno sul volto”, ha raccontato Arabella Arkwright alla Bbc. A quel punto un altro uomo è intervenuto e ha trascinato via l’impiegato, poi è stata chiamata la polizia. Quando sono riusciti a imbarcarsi sull’aereo l’uomo con il bambino è stato accolto dagli applausi degli altri passeggeri. Un portavoce di Easyjet ha espresso “la forte preoccupazione” della compagnia per quanto accaduto e ha smentito che l’uomo sia un suo impiegato. “Lavora per un’azienda dell’aeroporto di Nizza, alla quale abbiamo chiesto subito spiegazioni”, è scritto in una nota.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Calcio: un tempo per uno, Juve e Roma pari ‘americano’

Una partita vera per un’ora e un pareggio (1-1 al 90′) sostanzialmente giusto tra Juventus e Roma che si sono affrontate nella terza e ultima gara dell’ International Champions Cup. Per la statistica, ai rigori alla fine prevale (6-5) la Juventus che approfitta dell’unico errore dal dischetto di Tumminello.
Al Gillette Stadium di Foxborough, a 35 di km da Boston e davanti 33mila spettatori, va in scena quella che sulla carte sarebbe una ‘amichevole’ ma il match tra le prime due della classe dell’ultimo campionato, anche a distanza di migliaia di chilometri e in piena preparazione estiva, è stato almeno per un’ora, prima della girandola dei cambi, un match tutt’altro che vacanziero. Lo testimoniano le scelte di Allegri e Di Francesco con appena 3 nuovi acquisti sui 22 in campo dall’inizio, come dire che anche se è calcio d’agosto, le motivazioni e il risultato contano eccome. Il tecnico giallorosso conferma Peres e De Rossi, con Defrel esterno alto e il gioiellino Under in panchina (oper lui 20′ finali). In mezzo ci sono Fazio e Jesus ma oltre a Mahrez Monchi farebbe bene a trovare un altro titolare accanto a Manolas, oggi assente. In casa Juve, Allegri dei nuovi schiera il solo De Sciglio, con Bernardeschi e Douglas Costa che partono dalla panchina e Marchisio al fianco di Pjanic.
Primo tempo double face con la Roma che comanda il gioco nei primi 20′ (palle gol per Dzeko, due volte e Nainggolan) e la Juve padrona negli altri 25′, conditi da un bel gol costruito sul binario sinistro, Alex Sandro-Mandzukic (i migliori insieme al ritrovato Marchisio). Di Francesco parte con l’inossidabile 4-3-3 che si trasforma in 4-5-1 quando hanno palla i bianconeri, con Defrel sempre in raddoppio su Bruno Peres. Diversamente dalla stagione scorsa, la squadra è più corta rispetto alla squadra ‘spallettiana’ ma senza avere più Salah come fionda per le ripartenze. In generale, meglio la Juve: si vede che la squadra gioca ormai a memoria, mentre i giallorossi devono assimilare i nuovi schemi e farlo tra l’altro con una temperatura molto elevata non è il massimo. Nella ripresa Allegri inserisce forze fresche : Lichtsteiner, Chiellini, Barzagli, Khedira e Douglas Costa e abbozza anche un fantasioso 4-2-4 con Mandzukic e Higuain più vicini e il brasiliano e Dybala ai lati, mentre Di Francesco centellina i cambi, inserendo dapprima solo Gonalons e Hector Moreno e lasciando l’ondata di forze fresche agli ultimi 15-20′. A inizio ripresa la Juve la mette di nuovo dentro ma il gol di Dybala è annullato per fuorigioco millimetrico. La Roma però non ci sta e mostra altra tempra rispetto ai primi 45′, con i nuovi entrati che hanno dato intensità alla manovra: prima Strootman colpisce la traversa a portiere battuto, poi Dzeko la mette dentro, approfittando di una dormita della difesa bianconera. In mezzo pero’ da registrare anche una paratona di Alisson che fa capire a tutti perchè è il titolare della Selecao. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

I santi del 31 Luglio 2017

Sant’ IGNAZIO DI LOYOLA   Sacerdote – Memoria
Azpeitia, Spagna, c. 1491 – Roma, 31 luglio 1556
Il grande protagonista della Riforma cattolica nel XVI secolo, nacque ad Azpeitia, un paese basco, nel 1491. Era avviato alla vita del cavaliere, la conversione avvenne durante una…
www.santiebeati.it/dettaglio/23800

San GIUSTINO DE JACOBIS DA SAN FELE   Vescovo
San Fele (Potenza), 9 ottobre 1800 – Zula (Eritrea), 31 luglio 1860
Giustino de Jacobis divenne Abuna Jacob per le popolazioni etiopi. E quando Paolo VI lo proclamò santo nel 1975, l’episcopato di quel Paese lo definì «il padre …
www.santiebeati.it/dettaglio/33850

San GERMANO D’AUXERRE   Vescovo
Auxerre, Francia, 378 ca. – Ravenna, 31 luglio 448
Germano nacque ad Auxerre in una famiglia di grandi proprietari terrieri. Studiò le arti liberali e poi andò a Roma per acquisire il dottorato in Diritto ed esercitare la professio…
www.santiebeati.it/dettaglio/91919

San CALIMERO DI MILANO   Vescovo
sec. III
www.santiebeati.it/dettaglio/91965

Sant’ ELENA (ELIN) DI SKOVDE   Vedova e martire
† Skövde, Svezia, 31 luglio 1160
Era una nobildonna svedese. Rimasta vedova, visse nella preghiera e nel servizio dei poveri. Contribuì pure con larghezza alla costruzione della chiesa della sua città…
www.santiebeati.it/dettaglio/65100

San GOSSELINO DI METZ   Vescovo
V sec.
www.santiebeati.it/dettaglio/97107

Santi DEMOCRITO, SECONDO E DIONIGI   Martiri
www.santiebeati.it/dettaglio/65110

San TERTULLINO   Martire
www.santiebeati.it/dettaglio/65120

Santi PIETRO DOAN CONG QUY E EMANUELE PHUNG   Martiri
www.santiebeati.it/dettaglio/65140

San FABIO IL VESSILLIFERO   Martire
† Cesarea di Mauritania, 303/304
www.santiebeati.it/dettaglio/90108

Beato ANDREA DA PALAZUELO (MIGUEL FRANCISCO GONZáLEZ GONZáLEZ)   Sacerdote cappuccino, martire
Palazuelo de Torío, Spagna, 8 maggio 1883 – Pradera San Isidro, Spagna, 31 luglio 1936
Fr. Andrea da Palazuelo (Miguel Francisco González González) era nato l’8 maggio 1883 e lo stesso giorno aveva ricevuto il battesimo. A sedici anni entrò novi…
www.santiebeati.it/dettaglio/96791

Beato MARCELLO DENIS   Sacerdote e martire
Alençon, Francia, 7 agosto 1919 – Kham Hè, Laos, 31 luglio 1961
Padre Marcel Denis iniziò il percorso verso il sacerdozio nel Seminario della diocesi di Sées e proseguì in quello della Società delle Missioni Estere d…
www.santiebeati.it/dettaglio/97128

Beato GIOVANNI FRANCESCO JARRIGE DE LA MORELIE DU BREUIL   Martire
www.santiebeati.it/dettaglio/65130

Beata ZDENKA CECILIA SCHELINGOVA   Martire
24 dicembre 1916 – 31 luglio 1955
Nel 1931, quindicenne, entrò nella congregazione delle Suore di carità della Santa Croce. Si dedicò così alla preghiera e al servizio infermieristico, nel quale si distinse tra le …
www.santiebeati.it/dettaglio/91761

Beata CATERINA DI LOVANIO   Monaca
XIII secolo
Nacque all’inizio del tredicesimo secolo da famiglia ebraica e il suo nome era Rachele. Avendo deciso, contro la volontà dei genitori, di abbracciare la religione cristiana, una no…
www.santiebeati.it/dettaglio/94093

Beata GABRIELLA DI SAN GIOVANNI DELLA CROCE (FRANCISCA PONS SARDá)   Vergine e martire
Espluga de Francoli, Tarragona, Spagna, 18 luglio 1890 – Barcellona, Spagna, 31 luglio 1936
Suor Gabriella di San Giovanni della Croce, al secolo Francisca Pons Sardá, faceva parte delle Suore Carmelitane Missionarie, fondate dal Beato Francesco di Gesù Mari…
www.santiebeati.it/dettaglio/97177

Beata MARIA RIFUGIO DI SANT’ANGELO (MARíA ROQUETA SERRA)   Vergine e martire
Gabarra, Spagna, 20 aprile 1878 – Barcellona, Spagna, 31 luglio 1936
Suor Maria Rifugio di Sant’Angelo (María Roqueta Serra) faceva parte delle Suore Carmelitane Missionarie, fondate dal Beato Francesco di Gesù Maria Giuseppe (Francisc…
www.santiebeati.it/dettaglio/97178

Beato EVERARDO HANSE   Sacerdote e martire
† Londra, Inghilterra, 31 luglio 1581
www.santiebeati.it/dettaglio/93342

Beato FRANCESCO (FRANCISZEK) STRYJAS   Padre di famiglia, martire
Popowo, Polonia, 26 gennaio 1882 – Kalisz, Polonia, 31 luglio 1944
Franciszek Stryjas, laico della diocese di Kalisz, padre di famiglia, morì vittima dei nazisti dopo atrici sofferenze. Papa Giovanni Paolo II il 13 giugno 1999 lo elevò agli onori …
www.santiebeati.it/dettaglio/93091

Beato MICHELE (MICHAL) OZIEBLOWSKI   Sacerdote e martire
Izdebno, Polonia, 28 settembre 1900 – Dachau, Germania, 31 luglio 1942
Michal Ozieblowski, sacerdote dell’arcidiocesi di Varsavia, cadde vittima dei nazisti nel celebre campo di concentramento tedesco di Dachau. Papa Giovanni Paolo II il 13 giugno 199…
www.santiebeati.it/dettaglio/93098

Beato FRANCESCO DA MILANO   Eremita
sec. XVII
Nel Menologio camaldolese è ricordato il 31 luglio.
www.santiebeati.it/dettaglio/91340

Beati DIONIGI VICENTE RAMOS E FRANCESCO REMON JATIVA   Francescani, martiri
† Los Tres Pinos, Granollers, Spagna, 31 luglio 1936
www.santiebeati.it/dettaglio/93134

Beate MARTIRI SPAGNOLE MISSIONARIE CARMELITANE   Beatificate nel 2007
† Barcellona, Spagna, 31 luglio 1936
Suor Speranza della Croce (Teresa Subirá Sanjaume), suor Maria Rifugio di Sant’Angelo (María Roqueta Serra), suor Daniela di San Barnaba (Vicenta Achurra Gogenola) e …
www.santiebeati.it/dettaglio/95704

Beata DANIELA DI SAN BARNABA (VICENTA ACHURRA GOGENOLA)   Vergine e martire
Berriatúa, Spagna, 4 aprile 1890 – Barcellona, Spagna, 31 luglio 1936
Suor Daniela di San Barnaba (Vicenta Achurra Gogenola) faceva parte delle Suore Carmelitane Missionarie, fondate dal Beato Francesco di Gesù Maria Giuseppe (Francisco Palau …
www.santiebeati.it/dettaglio/95705

Beata SPERANZA DELLA CROCE (TERESA SUBIRá SANJAUME)   Vergine e martire
Ventolá, Spagna, 27 febbraio 1875 – Barcellona, Spagna, 31 luglio 1936
Suor Speranza della Croce (Teresa Subirá Sanjaume) faceva parte delle Suore Carmelitane Missionarie, fondate dal Beato Francesco di Gesù Maria Giuseppe (Francisco Pal…
www.santiebeati.it/dettaglio/95706

Beato GIROLAMO MICHELE CALMELL   Mercedario
† Barcellona, Spagna, 1557
Dopo il 1500 oltre all’azione redentrice ed evangelizzatrice si accentua nell’Ordine Mercedario anche la linea docente, infatti i frati continuarono a frequentare le Università per…
www.santiebeati.it/dettaglio/94191

Beato GIOVANNI COLOMBINI   Fondatore dei Gesuati
m. Siena, 1367
Nato nel 1304 da una ricca famiglia di Siena, diventava ben presto agiato mercante di lana, tessendo un’ampia rete di rapporti commerciali che lo portano ad entrare nel governo del…
www.santiebeati.it/dettaglio/90610

Beato GIACOMO (JAIME) BUCH CANALS   Coadiutore salesiano, martire
Descano, Spagna, 9 aprile 1889 – El Saler, Spagna, 31 luglio
www.santiebeati.it/dettaglio/92915

Beati PRUDENZIO DELLA CROCE (PRUDENCIO GUERéQUIZ Y GUEZURAGA) E SECONDO DI SANTA TERESA (SEGUNDO GARCíA Y   Sacerdoti trinitari, martiri
† Andújar, Spagna, 31 luglio 1936
Beatificati il 28 ottobre 2007.
www.santiebeati.it/dettaglio/95732

Diana parlò alla regina ‘nozze senza amore’

Diana confidò in lacrime alla regina Elisabetta la sua sofferenza per “il matrimonio senza amore” con Carlo ma non ebbe dalla sovrana l’empatia sperata. Lo rivelano i video delle lezioni di ‘public speaking’ che la principessa prese dal 1992 al 1993 con il professor americano Peter Settelen e che saranno trasmessi il 6 agosto su Channel 4 nell’ambito del documentario ‘Diana: in her own words’ realizzato per i 20 anni dalla morte. Documenti intimi, nei quali Diana si esprime con molta franchezza e racconta dettagli privati della sua vita matrimoniale. “Mi recai dalla ‘grande signora’ e le dissi: ‘Non so cosa dovrei fare'”, racconta Lady D a proposito del suo sfogo con la sovrana quando ormai era sposata con Carlo da cinque anni. “Lei mi rispose: ‘Non so cosa dovresti fare’. Fine. E quello fu il suo aiuto”, è il commento della principessa alla reazione algida di Elisabetta.
La decisione di Channel 4 di pubblicare i video sta suscitando polemiche e critiche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

F1, Gp d’Ungheria, doppietta Ferrari con Vettel e Raikkonen. Poi Bottas ed Hamilton

Doppietta targata Ferrari nel Gran Premio d’Ungheria. Sebastian Vettel ha vinto la gara sul circuito dell’Hungaroring, vicino a Budapest, precedendo la Rossa del compagno di scuderia Kimi Raikkonen. In terza posizione la Mercedes Valtteri Bottas davanti all’altra Stella d’argento di Lewis Hamilton.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

FISCO, DOMANI ULTIMO GIORNO PER ROTTAMARE LE CARTELLE

CHI NON PAGHERA’ NEI TERMINI, PERDERA’ IL BENEFICIO C’è tempo fino a domani per ‘aderire’ alla rottamazione delle cartelle versando la prima rata concordata con il fisco o tutto in unica soluzione a seconda di quanto deciso dal contribuente. Dopo lunedì chi non avesse pagato, pur avendo attivato la procedura, perderà il beneficio. Nel frattempo il fisco, sia pur tardivamente secondo alcuni operatori, è impegnato a ‘semplificare’ rendendo meno pressante la vita dei contribuenti.

ansa

CANDIDATO PD DI ANCONA PUBBLICA VIDEO OMOFOBO, E’ POLEMICA

PRENDE IN GIRO GAY, POI SI SCUSA E PARLA DI MACCHINA FANGO Polemica su un ventenne candidato alla segreteria del Pd di Ancona, Fabio Ragni, per il video realizzato con alcuni amici e postato sui social in cui si prendono in giro gli omosessuali. Il titolo è eloquente, ‘Acqua di frogio’, e racconta di un profumo in grado di trasformare eterosessuali in gay. Il video è stato rimosso da Fb, ma è stato ripubblicato sul sito Gaypost.it per denunciare l’episodio. Immediata la polemica sul web e tra i Dem marchigiani. Ragni cerca di chiudere la vicenda e dice: “Spero di non essere martoriato per un errore goliardico di oltre tre anni fa” e parla di “macchina del fango”.

ansa

SPARA IN RESORT IN TURCHIA SULLA SPIAGGIA DI BODRUM, UN MORTO

ATTACCO IN DISCOTECA TEDESCA, DUE MORTI. ‘NON E’ TERRORISMO’ Un uomo, armato di due pistole, ha aperto il fuoco la notte scorsa in un resort sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia, uccidendo una persona e ferendone altre quattro. Lo riferisce il giornale turco Hurriyet. La vittima sarebbe un ragazzo di 19 anni, ferito gravemente e poi morto in ospedale. L’assalitore è fuggito in un’auto. Due morti e quattro feriti gravi in un’altra sparatoria, in Germania, in una discoteca a Costanza nel Land Baden-Wuerrtemberg. Intorno alle 4.30 della notte scorsa un uomo di 34 anni avrebbe aperto il fuoco, si sospetta con una mitragliatrice, contro i presenti nel club Grey. L’uomo è stato poi ferito in un inseguimento con la polizia ed è deceduto in ospedale. La seconda vittima era un ospite della discoteca. Tra i feriti un poliziotto. L’autore della sparatoria un iracheno in Germania da molti anni. Esclusa al momento l’ipotesi terrorismo.

ansa

VANDALI A SASSARI CONTRO UNA STRUTTURA DESTINATA A MIGRANTI

ROTTA UNA VETRATA, A FUOCO I MATERASSI NUOVI APPENA ARRIVATI Atti vandalici nelle campagne alla periferia di Sassari contro una villa in cui a breve si sarebbe dovuto insediare un centro di accoglienza per migranti. Rotta una vetrata e poi appiccato il fuoco ai materassi arrivati solo qualche giorno fa. Proprio ieri gli abitanti della zona in un’assemblea pacifica di fronte ai cancelli dell’abitazione avevano ribadito la loro contrarietà alla struttura, nella quale dovrebbero trovare sistemazione una quarantina di migranti.(ANSA).

VA A FUOCO IL PALCO, 22 MILA EVACUATI DA FESTIVAL IN SPAGNA

KERMESSE DI MUSICA ELETTRONICA A BARCELLONA, NESSUN FERITO Oltre 22 mila persone sono state evacuate da un festival di musica elettronica, ieri sera in Spagna, nei pressi di Barcellona, in seguito ad un forte incendio che si è sviluppato sul palco principale. Lo rende noto la Bbc. Non sono stati segnalati feriti. Gli organizzatori del festival Tomorrowland Unite hanno fatto sapere che si è trattato di un “malfunzionamento tecnico”.

ansa

MIGRANTI, MATTARELLA, ‘EUROPA CONTRASTI I MERCANTI DI MORTE’

LA TRATTA UN CRIMINE CHE SFIDA COSCIENZE, BASTA INDIFFERENZA La solidarietà e la civiltà degli europei contrastino con forza i mercanti di morte. Lo sottolinea il presidente della Repubblica Mattarella in occasione della Giornata mondiale contro la tratta degli esseri umani. Il capo dello Stato ricorda che bande sanguinarie spingono i migranti verso condizioni di servitù; e spiega che la tratta è un crimine atroce che sfida le coscienze, per cui la comunità internazionale non può assistere imbelle a questa tragedia. Il traffico anti-umano va combattuto anche promuovendo cooperazione e sviluppo, sottolinea.

ansa

GERMANIA: ENTRA IN DISCOTECA E SPARA, DUE MORTI A COSTANZA

KILLER UCCIDE AVVENTORE, LA POLIZIA LO INSEGUE E LO ELIMINA Due morti e quattro feriti gravi in una sparatoria in una discoteca a Costanza nel Land Baden-Wuerrtemberg, in Germana. Intorno alle 4.30 della notte scorsa un uomo di 34 anni avrebbe aperto il fuoco, si sospetta con una mitragliatrice, contro i presenti nel club Grey. L’uomo è stato poi ferito in un inseguimento con la polizia ed è deceduto in ospedale. La seconda vittima era un ospite della discoteca. Tra i feriti anche un poliziotto. L’autore della sparatoria un iracheno in Germania da molti anni, esclusa al momento l’ipotesi terrorismo.

ansa

VENEZUELA AL VOTO SULLA COSTITUENTE NELLA TENSIONE

ULTIMI SONDAGGI CONTRO MADURO, SI TEMONO VIOLENZE Il Venezuela oggi al voto in un clima teso e nel quale si temono nuovi episodi di violenza. Si elegge l’assemblea costituente promossa dal presidente Maduro e fortemente osteggiata dall’opposizione, che invece paventa una deriva autoritaria. E per questo invita all’astensione, mentre numerosi gruppi mantengono le mobilitazioni di piazza. Gli ultimi sondaggi dicono che una maggioranza schiacciante (il 72%) si oppone al progetto di Maduro. Intanto aumentano le testimonianze su minacce e ricatti agli elettori perché vadano a votare.

ansa

ITALIA-FRANCIA: PINOTTI, SOLO CON ACCORDO DIFESA UE FORTE

‘NON POSSIAMO RINUNCIARE A COLLABORAZIONE TRA PAESI EUROPEI’ Se non si porta a termine l’accordo Fincantieri-Stx, si rischia venga meno uno dei pilastri della futura difesa europea: l’aggregazione industriale. Il messaggio arriva dalla ministra della Difesa Pinotti, intervistata dal Messaggero, che auspica si arrivi ad un’intesa, per non far sfumare la possibilità di avere ‘un fortissimo polo con possibilità di dialogo ulteriore con altri partner’. La ministra parla anche della missione in Libia, e ricorda che non si tratterà di un blocco navale, ma di un intervento bilaterale richiesto dal governo Sarraj.

ansa

STRETTA NELLE HAWAII, PEDONI AGLI INCROCI NON USINO CELLULARE

NIENTE SMS O NAVIGAZIONE WEB QUANDO SI ATTRAVERSA LA STRADA Se è vietato usare il cellulare mentre si è alla guida, Honolulu diventa la prima metropoli a prendersela anche con i pedoni, e dichiara illegale attraversare la strada con gli occhi fissi allo smartphone. La legge approvata entrerà in vigore il prossimo 25 ottobre. Un provvedimento, spiegano le autorità, per affrontare il problema dei ‘pedoni distratti’: e dunque agli incroci d’ora in poi occhi sulla strada e non su videogiochi, laptop e cellulari. (ANSA).

Preti sposati non rimaniamo in esilio ci tengono….!

Dal suo blog un prete sposato pubblica un post dal titolo sintomatico “RIMANERE IN ESILIO”… (visibile da qui>>>)

Come Movimento Internazionale dei Sacerdoti Lavoratori Sposati non condividiamo la linea da “tuttologo dei preti sposati” di Miragoli.

La realtà dei preti sposati è un mondo molto variegato che certo non si risolve con le tesi di un prete che si dice impegnato per i preti sposati, ma che ad esempio ha cercato di distruggere in più occasioni il nostro lavoro e quello della associazione di volontariato che abbiamo fondato “Chif – Liberi e solidali”.

Abbiamo bisogno di un rinnovamento e Miragoli non rappresenta affatto tutti i preti sposati.

Il Nostro movimento da anni è impegnato per la Riforma della Chiesa…

CALCIO: AMICHEVOLI, STASERA SFIDA JUVE-ROMA NEGLI USA

VIOLA KO A LISBONA. F1: OGGI GP UNGHERIA, PRIMA FILA FERRARI Stasera sfida tra Juve e Roma, in amichevole negli Usa. Ieri a Lisbona ko la Fiorentina, 1-0 con lo Sporting. F1: sarà una prima fila tutta Ferrari quella che scatterà oggi al Gp d’Ungheria: Vettel in pole davanti a Raikkonen; malore e forfait per Massa. Tennis: oggi Fognini in finale a Gstaad contro il tedesco Hanfmann. (ANSA).

COREA NORD, TRUMP CONTRO CINA: ‘NON CI AIUTA, SONO DELUSO’

VENEZUELA, OGGI VOTO SU COSTITUENTE RESPINTA DA OPPOSIZIONE Trump se la prende con la Cina sulla Corea del Nord: “Sono molto deluso. In passato si è concesso a Pechino di realizzare miliardi di dollari l’anno con gli scambi commerciali e ora non fa niente per noi; non lo consentiremo più”, afferma il presidente Usa. Venezuela: oggi il voto per l’Assemblea costituente promossa da Maduro e respinta dall’opposizione.

ansa

MIGRANTE ACCOLTELLA AUTISTA BUS DOPO LITE NEL SENESE

AMBURGO, KILLER MARKET ERA NOTO COME ISLAMISTA RADICALE Un 19enne ivoriano ha accoltellato in modo grave durante una lite l’autista di un bus di linea a Monteriggioni, in provincia di Siena. L’aggressore è stato fermato dai Carabinieri, che per bloccarlo gli hanno dovuto sparare a una gamba. Era già conosciuto come islamista radicale l’accoltellatore del market di Amburgo.

ansa

DROGA, MUORE A 16 ANNI DOPO AVER PRESO ECSTASY

ARRESTATI DUE AMICI 18ENNI CHE LE AVEVANO DATO LA DOSE Una 16enne di Chiavari è morta per arresto cardiaco dopo aver assunto una dose di ecstasy durante una serata passata con gli amici in un appartamento del quartiere San Martino a Genova. Due 18enni che erano con lei sono stati arrestati con l’accusa di averle ceduto la droga, acquistata da un minorenne italiano che è stato denunciato.

ansa

TENSIONE IN M5S SUL CASO ATAC, RAGGI QUERELA RENZI

ANCHE CASALEGGIO CONTRO EX PREMIER: NON INFANGHI MIO PADRE Il caso Atac scuote il Campidoglio dopo le dichiarazioni dell’ex dg Rota sulle presunte ‘segnalazioni indebite’ che avrebbe ricevuto dall’m5s Stefàno, che querela. “Lavoriamo per Roma e chi preferisce la polemica è fuori”, avverte la Raggi. La sindaca annuncia anche lei querela ma a Renzi. Contro l’ex premier anche Casaleggio: non infanghi la memoria di mio padre.

ansa

Corea del Nord, due bombardieri Usa sorvolano la penisola coreana

Due bombardieri B-1B dell’aeronautica militare degli Stati Uniti (Usaf) hanno sorvolato ieri la penisola coreana in “risposta diretta” ai recenti test missilistici nordcoreani.
I B-1B sono partiti da una base aerea statunitense a Guam e hanno volato a bassa quota sopra una base aerea della Corea del Sud affiancati da jet giapponesi e sudcoreani.
“La Corea del Nord resta la minaccia più urgente per la stabilità regionale”, dichiara il comandante delle Forze aeree del Pacifico (Pacaf), il generale Terrence J. O’Shaughnessy. “Se siamo chiamati, siamo pronti a rispondere con forza rapida, letale e travolgente nel momento e nel luogo di nostra scelta”.

Il presidente americano Donald Trump si scaglia intanto contro la Cina: ”Sono molto deluso. I nostri leader passati hanno concesso” a Pechino ”di realizzare miliardi di dollari l’anno con gli scambi commerciali” e Pechino ”non fa niente per noi con la Corea del Nord. Non consentiremo piu’ che questo vada avanti. La Cina potrebbe risolvere facilmente il problema”.

ansa

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Il Museo della Bugia apre in Toscana

In nove sale si racconta la storia della menzogna nel mondo e in particolare a Le Piastre, il paese che organizza ogni anno il ‘Campionato italiano dei bugiardi’: questo il primo museo dedicato alle bugie. Aprirà al pubblico il 5 agosto, per il 41/a Campionato italiano della Bugia, che avrà il clou il 6 agosto con la sezione verbale, in cui si elegge il raccontatore più bugiardo d’Italia. Il museo è in un ex hotel e si sviluppa su 61 pannelli illustrati con scritte, foto e vignette suddivisi in otto sezioni tematiche. Si parte con la Bugia nella storia del mondo per tornare bambini, passando attraverso la tradizione de Le Piastre dei raccontatori fantastici. “I visitatori – spiega il ‘magnifico rettore’ dell’Accademia della Bugia, Emanuele Begliomini – troveranno la vera arte di piegare la realtà per renderla più umana ed interessante. Perché essere bugiardi con stile ed ironia non è facile, ma qui si può imparare ad esserlo e senza secondi fini, ma solo per gioco”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Amatrice rinasce con l’Area food. Martina: “Candidiamo l’Amatriciana patrimonio Unesco”

”E’ nostra intenzione candidare la tradizione amatriciana a patrimonio Unesco nell’ambito degli obiettivi del 2018, anno che come governo abbiamo voluto dedicare al cibo italiano”. Lo ha annunciato il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina presente all’inaugurazione del Polo della Ristorazione di Amatrice.

Otto ristoranti, tre dei quali avvieranno la loro attività sabato, e oltre duemila metri quadrati di superficie con una vista mozzafiato sui monti della Laga. E’ una scommessa già vinta, quella di far tornare in vita, dopo il terremoto di un anno fa, le principali attività di ristorazione di Amatrice. Perché il borgo reatino raso al suolo dal sisma del 24 agosto 2016 non poteva che ripartire da ciò che l’ha reso famoso in tutto il mondo. La sua cucina, e quel piatto, l’Amatriciana, simbolo eterno di una terra ferita ma che vuole risorgere.

L’Area Food di San Cipriano, voluta dal Comune e realizzata grazie alle donazioni raccolte da Corriere della Sera-RCS e La7, con risorse dello stesso Comune di Amatrice e il sostegno della Regione Lazio, è pronta e il 29 luglio aprirà i battenti. E’ lì che otto storici ristoranti del luogo hanno trovato la loro nuova casa, in un insieme di strutture disegnate dall’architetto Stefano Boeri e dal Consorzio Innova FVG e realizzate con elementi modulari prefabbricati con il legno della filiera del Friuli Venezia Giulia.

I locali, che ospiteranno anche la mensa per la nuova scuola, sorgono intorno a uno spazio pubblico aperto, una piazza alla quale bisognerà dare anche un nome e che ospiterà l’installazione temporanea in legno chiamata ‘Radura’, già installata nel chiostro dell’Università di Milano e costituita da un cerchio di 350 colonne cilindriche raffiguranti un bosco artificiale. La mensa è già attiva dallo scorso aprile, ha una superficie di 450 metri quadrati ed è composta da una sala da 150 posti a sedere e spazi di servizio.

Per quanto riguarda i singoli ristoranti: i moduli hanno diversa capienza e metratura, da 95 a circa 400 metri quadrati, a seconda delle richieste dei ristoratori che sono stati coinvolti in tutto il processo di progettazione e realizzazione delle strutture. Tra le otto attività che rinasceranno c’è anche il ‘Ristorante Roma’, lo storico complesso dell’omonimo Hotel, crollato con il sisma e delocalizzato nello spazio più ampio dell’Area Food, circa 400 metri quadrati. Riaprirà sabato. Ma ci sono anche il ristorante ‘Da Giovannino’, ‘Pica Patrizia’, che fino a oggi aveva gestito la mensa, ‘Ma-Tru’, ‘La Conca’, ‘Il Castagneto’, ‘Mari e Monti’ e “Serafini Franco’.

“Il 29 luglio è una data chiave e una bella ripartenza”, afferma all’ANSA il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. “Sabato – prosegue – riapriranno i ristoranti che sono la nostra eccellenza. E’ un bel momento, dopo tanta fatica e dolore per la comunità di Amatrice questi sono i giorni più belli degli ultimi tempi. Ringrazio i lettori del Corriere della Sera, i telespettatori di La7 e tutti gli italiani che da undici mesi ci stanno dando un grande aiuto”. La Regione Lazio ha sostenuto il progetto finanziando 350mila euro in arredi e scorte. Sabato 29 luglio alle 18 l’inaugurazione a cui parteciperà anche il presidente della Regione, Nicola Zingaretti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

IN ARRIVO SULL’ITALIA LA PIU’ FORTE ONDATA DI CALORE AFRICANO

PREVISTI FINO A 40 GRADI AL CENTRO-SUD E NELLA PIANURA PADANA Sole e temperature in aumento nel primo weekend di esodo estivo. Per la prossima settimana in arrivo la quinta ondata di caldo intenso della stagione, con temperature record. Da lunedì il rinforzo dell’anticiclone Nord Africano innescherà una nuova ondata di caldo, con picchi fino a 40 gradi in molte zone del Centro-Sud e della pianura padana. (ANSA).

IL KILLER DI AMBURGO ERA ARRIVATO IN GERMANIA COME RIFUGIATO

‘CONTATTI CON SALAFITI’. ANCHE 6 FERITI, UNO DI LORO E’ GRAVE E’ arrivato in Germania come rifugiato il 26/enne palestinese, nato negli Emirati che ieri ha ucciso un uomo a coltellate e ne ha feriti altri 6 (uno dei quali è grave) in un supermarket di Amburgo. Ma la sua richiesta d’asilo era stata respinta. Secondo i media tedeschi, il giovane ‘aveva contatti con ambienti salafiti’, aveva ‘problemi psicologici e faceva uso abituale di droghe’. Dopo la fuga, è stato bloccato da alcuni passanti, che l’hanno preso a sediate, costringendolo a terra e consentendone la cattura da parte della Polizia

ansa

A 16 ANNI MUORE PER DROGA A GENOVA, ARRESTATI DUE AMICI

‘LE HANNO CEDUTO GLI STUPEFACENTI’, DENUNCIATO UN MINORE Sono stati arrestati i due 18enni che erano con la ragazza morta la scorsa notte dopo aver assunto una dosa di Mdma. Secondo gli investigatori di Genova, sono stati loro a cederle la droga che avevano acquistato da un minorenne italiano che è stato identificato e denunciato. La ragazza si chiamava Adele De Vincenzi e viveva a Chiavari.

ansa

PROTESTE CONTRO I VACCINI, SCONTRO RENZI-CASALEGGIO

I DEPUTATI DEL PD DENUNCERANNO L’AGGRESSIONE NO VAX Scontro Renzi-Davide Casaleggio sui vaccini e la memoria del fondatore del M5s, Gianroberto. ‘Non bisogna aver paura della scienza ci sono delle persone che vanno su Facebook e seminano il panico. Casaleggio (padre, ndr) diceva che ciò che è virale diventa vero, ma non è così. Questo meccanismo provoca paura, se dico che vaccinando faccio l’interesse delle case farmaceutiche, succede che in una classe si riduce il numero dei bambini che si vaccinano e magari a quello più debole rischia di provocare un danno talvolta perfino mortale’, dice il leader del Pd. Dura la replica di Casaleggio figlio: ‘La smetta di infangare la memoria di mio padre. E’ intollerabile che continui a ripetere una bufala da lui inventata che stravolge il suo pensiero. Si scusi subito’. Intanto, i deputati del Pd bersaglio della protesta No Vax in Piazza Montecitorio annunciano ‘denunce’ e lamentano che l’intervento ‘non tempestivo’ della Polizia.

ansa