Drive me Tasting, un bus per sognare Nasce il tour con cucina stellata tra i monumenti della Capitale

(di Marzia Apice) (ANSA) – ROMA, 17 MAG – Sentirsi per una sera come Audrey Hepburn e Gregory Peck ammirando le bellezze di Roma, ma stando di certo un po’ più comodi rispetto al sellino di una Vespa e con tante prelibatezze a disposizione per deliziare il palato.
Sembra quasi un nuovo modo per rivivere l’atmosfera di Vacanze Romane l’iniziativa appena lanciata dal bus-operator City Sightseeing Roma, dal titolo Drive me Tasting, che consiste nell’offrire a turisti e cittadini un’esperienza turistico-culinaria in ‘movimento’. I dettagli dell’offerta sono di sicuro effetto: un mastodontico bus a due piani, la cucina di uno chef stellato e Roma a fare da sfondo. A partire dall’11 maggio, il viaggio in città inizia a Piazza della Repubblica, per poi raggiungere Santa Maria Maggiore, il Colosseo, il Circo Massimo, e poi Castel Sant’Angelo, Piazza Venezia, via del Corso e Piazza Barberini: un itinerario affascinante, ma non si tratta di un semplice tour, quanto del primo gourmet-bus italiano, a bordo del quale gli ospiti potranno nutrire al tempo stesso stomaco e occhi, conoscere i principali monumenti di Roma e godere di un ambiente elegante e accogliente, mangiando cibi di qualità. A ogni sosta del bus corrisponde un piatto, bello da vedere e da mangiare: dalla crema di mozzarella di bufala con gazpacho di pomodori all’insalata di crostacei con crema di passion fruit e rapa rossa, dal risotto al nero di seppia con calamari al limone al filetto di spigola con insalata di funghi, per concludere con la crostata di ricotta e pere, il tutto accompagnato da ottimi vini. Il valore aggiunto del progetto è infatti tutto nella ristorazione: il bus (un Gran Turismo Euro 6, costato oltre 600 mila euro, per un investimento complessivo nel progetto che supera il milione) è stato attrezzato con una mini cucina professionale, dove lo chef stellato Marco Bottega prepara espresso per gli ospiti un menù completo, dall’antipasto al dolce, con prodotti di prima scelta e nel pieno rispetto della stagionalità. Per quanto riguarda poi la bellezza e il comfort, ci pensano le morbide poltrone, i tavoli (tutti dotati anche di 2 porte usb e i cavi per caricare ogni tipo di cellulare o tablet), e un tetto trasparente da cui guardare il cielo. Il neonato progetto, per il momento disponibile solo a Roma per poi approdare anche ad altre città, viene organizzato (al costo di 135 euro a persona) la sera dal giovedì al lunedì, ma l’idea è quella di estendere il servizio anche al pranzo, sia d’estate che d’inverno, 7 giorni su 7. Unica nota dolente, spiega Giuseppe Cila, presidente di City Sightseeing Roma, è la quasi totale mancanza di illuminazione dei monumenti, “una follia per una città come Roma. Abbiamo cercato più volte di incontrare l’assessore al turismo del Comune, ma non ci siamo mai riusciti. Sembra che questa amministrazione parli mal volentieri con gli operatori turistici”. “Eppure noi offriamo un’esperienza in grado di incuriosire stranieri e cittadini romani”, prosegue, “questo è un servizio che esiste a Parigi e Londra, ma lì ci sono bus datati adibiti a ristoranti. Il nostro invece è stato creato ad hoc”. (ANSA).

Lascia un commento